Beach volley e beneficenza, oltre mille euro per progetti per malati di SLA

TORRE DEL LAGO PUCCINI – Fare del bene, divertendosi. Questo è il motto degli organizzatori del “Beach&Beer Survivor”, appuntamento che da diversi anni “chiude” la stagione dei tornei di beach volley sulla Marina di Torre del Lago, richiamando nella frazione pucciniana diverse centinaia di giocatori.

L’edizione 2018 ha permesso agli organizzatori del torneo, capeggiati da Aurelio Bresciani e Antonio Maccarelli, di proseguire la collaborazione con la Fondazione I.C.S. Maugeri per portare avanti progetti di terapia occupazionale per malati di SLA, la sclerosi laterale amiotrofica, una malattia che dai primi anni 2000 ha avuto una crescita purtroppo esponenziale. Quest’anno sono stati raccolti e donati circa 1.100 euro.

«Riuscire a fare del bene portando avanti una nostra passione è per tutti noi motivo di grande orgoglio» spiega Aurelio Bresciani, «conosciamo bene le difficoltà logistiche e burocratiche che le famiglie di malati di SLA sono costrette ad affrontare quotidianamente: dove non arriva la malattia a rendere difficile la vita di una persona e di chi gli sta accanto ci pensano disservizi, lunghe trafile burocratiche e la lotta per vedere riconosciuti i propri diritti. Nel nostro piccolo cerchiamo di dare un contributo, e con quest’anno siamo riusciti a completare il progetto di una cucina per la terapia occupazionale iniziato nel 2017. Per il futuro vedremo di volta in volta quali altri progetti sostenere, l’idea è quella di allargare le iniziative sportivo-benefiche e concentrare gli aiuti nella zona».

 


[Nella foto, da sx: Antonio Maccarelli, il fisioterapista Matteo Gallotta, il Prof. Gabriele Mora e Aurelio Bresciani, sullo sfondo la cucina a misura realizzata anche con il contributo del Beach&Beer]