Beccate dopo un colpo, in manette due donne

FIRENZE – Sempre più incisiva l’attività delle pattuglie in borghese della polizia di stato per contrastare i furti in appartamento nelle zone più colpite dal fenomeno: ieri sono finite in manette due donne già note alle forze dell’ordine, di 28 e 33 anni, sorprese subito dopo un colpo a Novoli.

Ieri, intorno alle 17.00, gli agenti della Sezione Contrasto al Crimine Diffuso della Squadra Mobile hanno notato in zona Novoli due donne sospette a bordo di un’utilitaria parcheggiata in via Tozzetti.

Entrambe sono scese dall’auto, hanno armeggiato sul portone di un condominio e dopo un discreto lasso di tempo sono entrate e uscite dall’interno dello stabile.

Due agenti hanno subito accertato che era stata visibilmente forzata la porta di un appartamento all’interno del palazzo appena visitato, mentre un’altra pattuglia ha bloccato le donne in fuga a bordo dell’autovettura.

Nel veicolo i poliziotti hanno rinvenuto due grossi cacciaviti, una lastra di plastica (solitamente utilizzata per aprire le porte senza mandate) e un set completo da té in ceramica con 12 cucchiaini d’argento.

Quest’ultimi oggetti erano il bottino del furto consumato poco prima nell’appartamento di via Tozzetti.

 

Lascia un commento