“Bella Ciao” dà il via alle celebrazioni del 25 aprile a Pietrasanta

PIETRASANTA – Con l’esecuzione di “Bella ciao” la Filarmonica di Capezzano Monte ha dato il via alle celebrazioni del 25 aprile in una piazza dello Statuto particolarmente affollata di autorità e di tanti comuni cittadini. Le note del noto canto popolare hanno risuonato proprio davanti al Monumento ai Caduti dove, subito dopo, sono stati resi gli onori al gonfalone del Comune di Stazzema, medaglia d’oro al valor militare, l’alzabandiera sulle note dell’Inno d’Italia e la suggestiva deposizione di una corona di alloro sulle note del Piave, come prevede il cerimoniale. Quindi si è costituito il corteo per raggiungere il Chiostro di Sant’Agostino, in testa la Filarmonica di Capezzano Monte che ha eseguito due note marcette, a seguire le numerose associazioni combattentistiche e d’arma intervenute, i gonfaloni dei 4 comuni della Versilia storica con il Commissario di Pietrasanta Giuseppe Priolo, il vicesindaco di Forte dei Marmi Graziella Polacci, il vicesindaco di Seravezza Valentina Salvatori, il vicesindaco di Stazzema Egidio Pelagatti, il senatore Massimo Mallegni, rappresentanti di Polizia e Carabinieri, mons. Stefano D’Atri e tanti cittadini tra i quali anche molti dei candidati a sindaco alle prossime elezioni comunali. Nel chiostro di Sant’Agostino si sono tenuti gli interventi: il Commissario Priolo ha sottolineato l’importanza di portare la testimonianza di ciò che fu alle nuove generazioni: “Ho voluto insieme all’ANPI – ha detto – incontrare gli studenti dell’istituto Don Lazzeri Stagi per offrire loro stimoli di approfondimento e non sono voluto mancare neanche alla celebrazione dei piccoli alunni della primaria Mutti di Strettoia perché fanatismi e involuzioni sono sempre in agguato”. L’ANPI sezione Gino Lombardi – Versilia, che ha promosso insieme al Comune di Pietrasanta la cerimonia, ha ricordato lo storico presidente della sezione Moreno Costa che ha portato decine e decine di giovani versiliesi in visita didattica ai campi di concentramento per sensibilizzarli su tematiche che ai giovani di oggi sarebbero altrimenti sembrate tanto distanti. Una missione di sensibilizzazione cui non ha mai voluto rinunciare anche in età avanzata. Presenti alla manifestazione i suoi più stretti familiari. Dopo la proiezione di “Memorie Partigiane”: filmati del passato delle celebrazioni del 25 Aprile in Versilia commentati dal neo presidente dell’ANPI Giovanni Cipollini, ha concluso la mattinata Umberto Sereni, ordinario di Storia Contemporanea all’Università di Udine. “Il 25 Aprile è di tutti – ha sottolineato – come di tutti deve essere l’impegno, oggi come allora, a denunciare ogni forma di violenza e sopraffazione, tanto più odiosa quando perpetrata su persone deboli e indifese”. Un intervento scandito da applausi e qualche democratico contraddittorio.

“La celebrazione della Festa della Liberazione è sempre per me un momento intenso e pieno di significato”. Lo ha detto Ettore Neri candidato sindaco per il centrosinistra a Pietrasanta durante la sua partecipazione alle celebrazioni del 25 Aprile che si sono svolte oggi nella città versiliese. “La lotta di giovani che hanno sconfitto il nazifascismo – ha aggiunto – sono e resteranno uno dei più alti esempi di patriottismo e democrazia su cui la nostra Repubblica fonda le radici. Oggi più che mai è fondamentale che i giovani prendano coscienza di quanto fatto dai nostri padri e dai nostri nonni, sacrificio senza il quale l’Italia non sarebbe quello che è oggi, una Repubblica democratica capace di fornire un tessuto sociale universale. Pietrasanta ha sempre risposto con passione e vera partecipazione in questa occasione – ha proseguito Neri -, in cui i valori della resistenza della lotta partigiana per la libertà sono sempre stati al centro dell’impegno democratico e politico. Mi fa piacere che anche il candidato del centro destra Alberto Giovannetti, che in tempi recenti esponeva sopra il negozio di famiglia la bandiera della tristemente nota “X Mas”, un reparto della Repubblica sociale fascista che combatteva contro i partigiani e gli Alleati, abbia partecipato alle celebrazioni di oggi. Ci domandiamo se si definirà antifascista come la nostra Costituzione insegna. Ce lo auguriamo perché sarebbe un bel segnale, sperando – ha concluso Ettore Neri – che non sia stata soltanto una presenza di circostanza in ambito elettorale. Io ci sono oggi, ci sono stato ieri e ci sarò domani sempre a fianco di chi ha dato la vita per la liberta'”.

“La Festa della Liberazione appartiene a tutti. A tutti coloro che si ispirano al principio di libertà ed identità nazionale, alla Costituzione, alla storia dei nostri padri e nonni. È la festa di una vittoria che oggi assume il valore della memoria. Sono felice per la grande partecipazione alla cerimonia di Pietrasanta, comunità che ha sempre onorato i valori della resistenza e della battaglia per la libertà”: è quanto ha detto Massimo Mallegni, Senatore di Forza Italia e tre volte sindaco di Pietrasanta in occasione delle celebrazioni della Festa della Liberazione che si è tenuta questa mattina, martedì 25 aprile, nel centro storico di Pietrasanta.