Beni confiscati alla mafia, approvato il regolamento: “5 Selle, Lega Nord e Baldini contrari, siamo senza parole”

VIAREGGIO – Il Comune di Viareggio si è dotato di un regolamento che disciplina la destinazione e l’utilizzo degli immobili confiscati alla mafia.

L’atto, predisposto dalla Commissione Legalità presieduta dalla consigliera Chiara Consani, è stato votato con 16 voti a favore e 3 contrari (Lega Nord, Movimento Cittadini per Viareggio e Torre del Lago, e Movimento 5 Stelle) su 19 presenti.

Scopo dell’atto è quello di regolamentare procedura, modalità, criteri e condizioni per la destinazione dei beni confiscati che saranno concessi ad uso gratuito ai soggetti interessati, attraverso la stipula di convenzioni, in modo da realizzarne il pieno utilizzo.

«Siamo molto soddisfatti di aver approvato questo regolamento – commentano compatti i consiglieri di Maggioranza – che crediamo sia un ottimo punto di partenza per sensibilizzare i cittadini e soprattutto le giovani generazioni su un argomento che purtroppo tocca anche la nostra città».

«E’ stato un lavoro, lungo e articolato, ispirato al più ampio raggio d’azione antimafia, senza briglie di nessun tipo: la città di Viareggio è contro le mafie e presto intitolerà una rotonda ad Antonino Caponnetto; in seguito sono in lista anche Rosario Livatino e Rossella Casini».

«Avremmo voluto che su questo tema ci fosse stata l’unanimità del Consiglio Comunale: la maggioranza ha votato in modo compatto ed anche parte dell’opposizione ha aderito, tranne purtroppo il Movimento 5 Stelle, il consigliere Baldini e la capogruppo della lega Nord hanno votato contrari alla sua approvazione – concludono -: siamo senza parole».

Lascia un commento