Benvenuto Elia Misha: un inno alla vita, il piccolo russo adottato da Daniele Mazzoni è arrivato a Pietrasanta

0

PIETRASANTA – Un atto d’amore, quello dell’ex vice sindaco di Pietrasanta, Daniele Mazzoni, tornato ieri dalla fredda Siberia, in Russia, con il piccolo Elia Misha, 4 anni, adottato.

“È stata una esperienza incredibile, i bambini in orfanotrofio che chiedono semplicemente una carezza e un po’ di amore, una terra diversa dalla nostra molto ordinata e fiera della sua storia, l’attesa di conoscere e scoprire tuo figlio di cui non sai le abitudini, le paure, cosa mangia, come dice che deve fare la pipì…”, racconta Mazzoni.

Lui, Misha,  che non vuole dormire per paura di risvegliarsi in istituto dopo aver assaporato un po’ di vita e amore della sua nuova famiglia, lui che si ninna e si accarezza da solo, lui che scopre ogni minuto qualcosa di diverso.

“Mio figlio Niccolò mi stupisce sempre più – aggiunge Mazzoni -, abbiamo cresciuto un giovanotto che ha accolto suo fratello con una naturalità non scontata. Tania( la moglie, ndr) che ha creduto e voluto percorrere la strada dell’adozione per dare – dice lei – una possibilità a un bambino sfortunato, dopo aver avuto il nostro Niccolò.
Tanti amici ci hanno sostenuto nella lunghissima burocrazia che ci permette oggi di portare a casa Misha da una terra lontana, in Italia i bambini per qualche motivo restano nelle comunità. Grazie a tutti per l’affetto e la vicinanza”.

Dalla nostra redazione un benvenuto al piccolo Elia Misha Mazzoni, e alla famiglia che lo ha adottato un caloroso abbraccio per questo “inno alla vita”:  è storia d’amore, a lieto fine, che deve essere di insegnamento a tutti.

No comments