Bimbo senza orecchie: storica ricostruzione in 3D al Meyer

FIRENZE – All’ospedale Meyer di Firenze è stato ricostruito ex novo un orecchio aD un bambino grazie alla stampa in 3D.

Il paziente, 13enne, è affetto dalla nascita da microtia, una malformazione rara che colpisce cinque bambini su diecimila, nel suo caso bilaterale, e che causa un’assenza di sviluppo dell’orecchio esterno, ovvero il padiglione auricolare.

Il chirurgo plastico del Meyer partendo da cartilagini costali dello stesso bimbo ha dato ad esse forma di orecchio grazie a modelli stampati in 3D.

Il 13enne è nato senza entrambi i padiglioni auricolari, ma nei prossimi mesi è previsto che possa essere ricostruito anche l’altro orecchio. Nell’intervento la forma esatta delle cartilagini del bambino con le quali ricostruire l’orecchio è stata acquisita mediante Tac, poi è stata stampata in 3D copia delle cartilagini. Dal modello tridimensionale si è potuta vedere al millimetro la porzione di cartilagini da prelevare. E per definire con la massima precisione la forma di un orecchio ‘naturale’del bambino è stato preso a modello un orecchio della mamma.