Biotestamento, approvata la legge

0

ROMA – Bioestamento, approvata la legge.

L’aula del Senato ha approvato, con 180 sì, 71 no e 6 astenuti, il disegno di legge sul testamento biologico che introduce in Italia le Disposizioni anticipate di trattamento (Dat) consentendo anche l’interruzione di nutrizione e idratazione artificiali.

Ha vinto la civiltà ma sopratutto hanno vinto loro. Luca Coscioni, Dj Fabo, Piergiorgio Welby, Eluana Englaro e tutti/e coloro che hanno chiesto chiedono e chiederanno libera scelta sulle proprie vite.

“La legge raggiunge l’obiettivo di evitare sia l’accanimento terapeutico, sia ogni pratica di suicidio assistito ed eutanasia. Ne sono indiretta conferma i commenti di chi afferma che la sfida, per la prossima legislatura, sia proprio quella di approvare l’eutanasia. Chi vorrà esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari potrà ora farlo, si tratta di una facoltà. E continuerà ad esserci una virtuosa alleanza tra medico, paziente e fiduciario.
 
Il medico, pur dovendo rispettare le DAT, potrà disattenderle in tutto o in parte e in accordo con il fiduciario, qualora esse appaiano non corrispondenti alla condizione clinica o sussistano terapie capaci di offrire possibilità di miglioramento. Inoltre, il medico non avrà obblighi professionali qualora il paziente esiga trattamenti contrari alla legge, alla deontologia e alle buone pratiche.
 
E’ una buona legge ma non perfetta; alcune modifiche sarebbero state opportune. Non è stato possibile a causa della faziosa opera di ostruzionismo di chi, sbandierando princìpi e parendo insensibile alle fatiche del vivere e del morire, ha preferito una battaglia di bandiera”.
 
Lo dichiarano i senatori del Pd Stefano Lepri, Vice presidente del gruppo al Senato e Rosa Maria Di Giorgi, Vice presidente del Senato.

 

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: