Blitz antidroga a Pietrasanta, arrestato un pusher

PIETRASANTA – Ieri sera, i Carabinieri della Stazione di Pietrasanta hanno eseguito uno specifico servizio antidroga sul territorio di competenza, nello specifico, concentrando l’attenzione nei pressi di una zona ove, ultimamente, erano stati notati e segnalati alcuni movimenti sospetti ed una numerosa presenza di giovani.

Nel corso del servizio, i Carabinieri hanno arrestato un “pusher” marocchino, Adel Bariri, classe ’95, in Italia senza fissa dimora, già noto alle forze di polizia, sorpreso mentre spacciava sostanze stupefacenti.
I militari dell’Arma, infatti, si sono recati nei pressi della via Lungofiume Versilia, a Pietrasanta, luogo già da qualche giorno tenuto sotto controllo poiché ultimamente diventato luogo di via vai sospetto di veicoli e persone.
Nel corso del servizio, dunque, i Carabinieri hanno notato giungere tre giovani, verosimilmente extracomunitari, che con fare guardingo, dopo aver scavalcato un guardrail, si sono incamminati all’interno di un’area, appartandosi in un punto riparato dalla vegetazione.
Poco dopo, i tre soggetti sono stati raggiunti da un altro giovane al quale hanno ceduto un involucro di stupefacente prima che si allontanasse.
A questo punto, notato il movimento sospetto, i militari dell’Arma hanno fatto scattare il blitz ed hanno subito bloccato il ragazzo che aveva ricevuto l’involucro, risultato poi contenente una dose di cocaina di circa 0,80 grammi, mentre i tre extracomunitari hanno tentato la fuga ma, dopo un breve inseguimento a piedi tra la vegetazione, uno di essi è stato fermato mentre gli altri due sono riusciti a disperdersi nei terreni limitrofi.
Dunque, i Carabinieri hanno sottoposto a perquisizione il marocchino fermato che è stato trovato in possesso di ulteriori dosi di cocaina, per un peso complessivo di circa 16 grammi, di un bilancino elettronico e di vario materiale per il taglio ed il confezionamento dello stupefacente.
All’esito del controllo, quindi, lo straniero è stato condotto in caserma ed è stato dichiarato in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente ed è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa dell’udienza di convalida.
L’altro giovane invece verrà segnalato alla Prefettura di Lucca quale assuntore di sostanze stupefacenti.
Intanto, lo stupefacente è stato sequestrato dai Carabinieri e sarà inviato al laboratorio di analisi per i risultati qualitativi e quantitativi al fine di stabilirne con precisione le dosi ed i guadagni che si sarebbero potuti ricavare dall’attività di spaccio.