Blitz congiunto di Squadra Mobile e Arma: eroina a fiumi, in carcere due spacciatori

0

MASSA – Operazione congiunta tra Polizia ed Arma dei Carabinieri, volta alla repressione del traffico di sostanze stupefacenti, quella che ha portato all’arresto di due soggetti extra comunitari, entrambi non residenti a Massa: un uomo di 30 anni di provenienza magrebina ed una donna di 28 anni di origine centro africana.

L’indagine ha visto impegnati gli uomini della Squadra Mobile della Questura di Massa diretta dal vice questore aggiunto Antonio Corcione e i Militari del Nucleo Operativo del Comando Compagnia Carabinieri e scaturisce dal costante controllo del territorio che le Forze di Polizia mettono quotidianamente in atto nella Provincia Apuana. Nello specifico, come spiegato dal dirigente della Mobile massese, gli operatori hanno monitorato gli stranieri dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti riuscendo ad individuare il gruppo di soggetti che poteva compiere l’attività illecita nei pressi del centro cittadino. Sono stati effettuati servizi congiunti di osservazione e pedinamento che hanno portato a localizzare il luogo dove sarebbe avvenuta la cessione della sostanza stupefacente; infatti intorno alle 14 di domenica, nei pressi della stazione ferroviaria, sono stati attenzionati i due soggetti che, con manovre sospette cercavano di creare l’occasione giusta per lo scambio e per passare inosservati. A quel punto è scattato il controllo da parte dei Poliziotti e dei Carabinieri che non hanno mai perso di vista i due e che hanno assistito, documentando in diretta, lo scambio di due involucri tra i due stranieri; una volta fermati gli operanti hanno riscontrato che quello che i due si erano passati erano effettivamente 550 grammi di eroina e 4750 euro in banconote di piccolo taglio, parte del corrispettivo pagato dal nordafricano per la droga. Durante le fasi dell’arresto, il magrebino ha tentato di darsi alla fuga e, una volta fermato prontamente da un poliziotto, ha tentato di aggredirlo per sottrarsi all’arresto. Una volta fermati e portati in caserma, i due malviventi sono stati perquisiti e nella disponibilità della donna africana, oltre al denaro contante, è stato rinvenuto un altro involucro contenente ulteriori 280 grammi di sostanza stupefacente di tipo eroina.

ps massa

Dalle analisi effettuate sulla sostanza è risultato che la stessa aveva un elevatissimo principio attivo che avrebbe portato al confezionamento di migliaia di dosi di eroina pronte per essere immesse sul mercato. Il Gip ha convalidato gli arresti e ha disposto la custodia cautelare in carcere per i due stranieri.

No comments