Ultime News

Blitz in un bar –catering cinese, sequestro di 250 kg. di carne e pesce

0

PRATO – Questa mattina, con inizio alle ore 09.30 circa, la “Squadra Interforze”, composta nell’occasione da personale appartenente alla Squadra di Polizia Amministrativa della Divisione PASI della Questura di Prato, da personale della locale Polizia Municipale, dell’Agenzia delle Dogane, delle Direzione Territoriale del Lavoro e dell’U.S.L., ha effettuato un nuovo Servizio Straordinario in ambito cittadino, avente a oggetto un bar – catering gestito da cittadini cinesi, posto in zona Pratilia.
Complessivamente sono stati identificati 6 cittadini cinesi intenti in attività lavorativa, di cui uno risultato clandestino sul T.N., pertanto condotto in Questura per la necessaria prosecuzione dei dovuti accertamenti sulla sua identità personale, ancora in corso, determinandosi pertanto la denuncia in stato di libertà della trentasettenne titolare cinese dell’esercizio per il reato di sfruttamento di manodopera clandestina.
Sequestro di carne e pesce congelati, in cattivo stato di conservazione, per un peso complessivo di circa 250 kg. utilizzati nell’attività commerciale che prevedeva anche mansioni di preparazione e consegna a domicilio di alimenti.
Elevate anche sanzioni amministrative pecuniarie da 55 euro ciascuna per inosservanza di divieto di fumo a carico di tre avventori cinesi, con contestuale multa da 440 euro alla citata titolare per non aver fatto rispettare il predetto divieto nel proprio bar.
Elevate a carico della trentasettenne, inoltre, anche sanzioni pari a 1.500 euro per recupero contributivo evaso, nonché di 2.000 euro per aver impiegato manodopera clandestina, avviandosi contestualmente un procedimento di sospensione dell’attività commerciale, in via di formale esecuzione.
Accertate infine violazioni amministrative sull’omessa tenuta di licenza fiscale per esercizio di minuta vendita di prodotti alcolici.
Specifiche attività di controllo sono state naturalmente compiute da tutti i qualificati enti partecipanti al servizio, ciascuno per gli aspetti di propria specifica competenza, che produrranno risultati sanzionatori solo in un momento successivo. (

No comments