Buona la prima per il candidato sindaco Tarabella: “Al cuore della Versilia”

SERAVEZZA – Inizia con i migliori auspici il cammino di Riccardo Tarabella, candidato sindaco a Seravezza, verso le elezioni amministrative 2016. Più di centocinquanta, infatti, i cittadini che hanno gremito venerdì sera la sala conferenze della Croce Bianca a Querceta, prima uscita pubblica di Tarabella dopo la candidatura annunciata ufficialmente il 7 agosto scorso a Seravezza capoluogo. Un pubblico davvero numeroso e partecipe, convenuto da tutto il comune, con molti giovani e rappresentanti del vivace mondo dell’associazionismo seravezzino. Un’accoglienza positiva, un buon viatico per la fase di ascolto e di intenso confronto che si apre adesso fra il candidato e la comunità. Svelati venerdì sera anche la denominazione ufficiale della lista – LISTA RICCARDO TARABELLA SINDACO –, nonché il simbolo e lo slogan AL CUORE DELLA VERSILIA a sottolineare la centralità, non solo geografica, del territorio di Seravezza nel contesto versiliese.

Ad introdurre il candidato Riccardo Tarabella sono stati Giuseppe Giannini, coordinatore della coalizione di centrosinistra che negli ultimi dieci anni ha sostenuto il lavoro dell’amministrazione guidata da Ettore Neri, e lo stesso sindaco Neri, entrambi ispiratori e convinti sostenitori della candidatura di Tarabella, ricercata, voluta e condivisa dalla coalizione nel doppio segno della continuità e della novità. Un passaggio di testimone che ha vissuto momenti di grande emozione, con l’intervento del sindaco Neri chiuso da un lungo e sincero applauso del pubblico.

Riccardo Tarabella si è presentato sottolineando i valori e la forza del territorio seravezzino (“per storia, posizione geografica, dignità, tradizione e aspirazioni il Comune di Seravezza è al cuore di un ampio territorio versiliese che può crescere ancora. Noi ci crediamo e siamo pronti a dare il nostro contributo”) e spiegando le ragioni che lo hanno spinto ad accettare la candidatura: “la voglia di continuare a guidare per i prossimi anni il Comune di Seravezza e le sue Comunità in armonia tra loro e con sapiente uso del bene comune, nel segno quindi di una continuità ma anche con un ricambio, non ampissimo ma comunque un ricambio, che favorisca la partecipazione, soprattutto dei giovani, e contrasti la tendenza all’allontanamento dalle istituzioni da parte dei cittadini”.

Dopo la presentazione del simbolo – al centro del quale campeggia il Monte Altissimo, dominatore e protettore di Seravezza e del suo territorio, e una strada bianca come il marmo che simile a un fiume corre lungo l’antico itinerario di Michelangelo – Riccardo Tarabella ha annunciato l’avvio di un’intensa fase di incontri e di confronti con le più ampie realtà amministrative, economiche, sociali e culturali di Seravezza ed ha rivolto alla platea un caldo invito alla partecipazione, al contributo fattivo di idee e di progetti, di tempo e di lavoro per dare nuovo slancio alla costruzione di un futuro luminoso per Seravezza e per tutte le sue Comunità.

Lascia un commento