Camaiore Climbing & Trekking Festival, il circuito Slow Travel Fest fa tappa in Versilia

Dal 6 all’8 settembre 2019, Camaiore ospita i grandi dell’arrampicata con una serie di gare per gli appassionati e di escursioni da non perdere nello scenario della Versilia, delle Alpi Apuane e della Via Francigena. Una festa, inserita nel circuito Slow Travel Fest, i festival outdoor della Via Francigena, con un ricco programma di incontri, attività e musica per vivere la passione della montagna e del cammino.

La montagna delle Alpi Apuane e i territori della Francigena accoglieranno dal 6 all’8 settembre la seconda edizione del Camaiore Climbing & Trekking Festival, l’evento che fa parte del circuito Slow Travel Fest, i festival outdoor della Via Francigena, un progetto di Regione Toscana e Toscana Promozione Turistica patrocinato e supportato tra gli altri dal Comune di Camaiore e dal Parco Regionale delle Alpi Apuane.
Per il secondo anno Camaiore torna ad essere la piccola capitale dell’alpinismo e dell’escursionismo grazie alle straordinarie risorse naturalistiche che l’entroterra della Versilia sa offrire. Ad inaugurare il festival una leggenda dell’arrampicata che già lo scorso anno ha richiamato il pubblico in Piazza San Bernardino di Camaiore. Manolo, al secolo Maurizio Zanolla, proporrà un inedito stage di arrampicata sulle falesie della valle di Camaiore, in omaggio alle pareti naturali della Versilia.

Appuntamenti con l’alpinismo e il cammino
Tra gli eventi in programma spiccano le serate di venerdì 6 e di sabato 7 settembre durante le quali Roberto Vigiani, guida alpina del Collegio Regionale, modererà due incontri. Il venerdì sera sul palco salirà Gianluca Briccolani, autore del libro L’altezza della libertà, che farà rivivere le emozioni del suo viaggio nell’essenziale bellezza delle Apuane, anche grazie ai contributi video sulla sua traversata in solitaria di tutta la catena montuosa. Sempre durante la serata seguirà il documentario fotografico Il Saccheggio delle Alpi Apuane di Diego Barsuglia, un’occasione per riflettere sul costo ambientale dell’estrazione del marmo in Versilia.
Per gli amanti dei cammini e del viaggio lento da non perdere al Cinema Borsalino la proiezione di Un cammino per tutti, un lavoro nel quale il regista Fabio Gigli ha documentato una bella storia di inclusione sulla Francigena: un gruppo di camminanti percorre l’itinerario della Via Francigena Toscana accompagnando un gruppo di disabili grazie a delle joelette, carrozzelle ideate per permette di intraprendere il viaggio anche a chi ha problemi di accessibilità.
Il sabato sera è dedicato ai Grandi dell’Alpinismo. Invitato speciale di questa edizione del Festival è Christoph Hainz, alpinista italiano con un curriculum di salite di oltre 2.000 vie, di cui molte prime ascensioni e solitarie estreme. Dialogherà con Roberto Vigiani sul mondo dell’alpinismo e dell’arrampicata.

Camaiore is rock, tra gare e attività per principianti
Le gare sono sicuramente i momenti più attesi dalla comunità degli appassionati di arrampicata che durante l’anno si allenano sulle pareti naturali di Camaiore. Tutta la giornata del sabato sarà interessata dalla Combinata di arrampicata, organizzata da Prorock Outdoor e da Area 51 in due diverse sessioni (a iscrizione): la mattina in falesia dalle 9:30 alle 15:30; ci si sposta sulle strutture di boulder collocate nel centro storico di Camaiore dalle 16:30 alle 19:00.
Ancora grande spettacolo di tecnica e abilità la domenica dalle 10:30 alle 16:30 nelle piazze del centro per la Gara di boulder.
Spazio anche per chi è alle prime armi nell’arrampicata. Venerdì e sabato dalle 15:00 alle 18:00 bambini e adulti principianti potranno esercitarsi sulle pareti artificiali grazie ai percorsi Easy Climbing accompagnati dalle guide alpine di Prorock outdoor. Ancora opportunità per i principianti la domenica, stavolta nel provare l’emozione di arrampicare per la prima volta direttamente in falesia con casco, corda, imbrago e moschettoni, sempre seguiti da esperte guide alpine.
Da segnalare come proposta inedita del festival anche la Gara di Trail Running sulle Apuane della domenica con percorsi di 30 e 20 km per 1500 e 900 m di dislivello. Una novità che non potrà che entusiasmare gli appassionati di questa disciplina sempre più apprezzata e diffusa.

Un ricco programma di escursioni per tutti
Da venerdì a domenica, sono tre i giorni a disposizione per scoprire la costa e l’entroterra della Versilia, il percorso della Francigena e i sentieri delle Apuane. La proposta di escursioni, per tutti i livelli, è un altro piatto forte in programma. Si parte il venerdì con un’escursione alla Roccia dei Pennati, uno dei luoghi più magici all’ombra del Monte Gabberi, mentre il sabato propone ben sei opportunità per avventurarsi nel territorio. Un trekking dal sapore mediterraneo è quello tra le colline di lecci e ulivi di Lerici e degli antichi borghi circostanti. Ci si sposta, invece, sulle Apuane per una super classica dell’escursionismo da non perdere, la splendida salita al monte Corchia dal Canale del Pirosetto. Decisamente più rilassata la camminata sul tratto della Via Francigena Toscana che collega Pietrasanta a Camaiore, XXVII tappa del percorso ufficiale. Due passi anche nella speleologia con la visita alla Grotta all’Onda, un trekking di medio livello che permette di attraversare ruderi di mulini, imponenti falesie e antiche mulattiere prima di raggiungere la grotta. Sulle tracce della storia è il tema del trekking a Montecastrese dove si trovano i ruderi di uno dei più imponenti villaggi fortificati medievali della Versilia, il tutto a una manciata di chilometri da Camaiore. I particolari graffiti del borgo senza tempo di Casoli sono al centro, infine, dell’ultimo itinerario del sabato che tocca le pendici delle Apuane. Da questa affascinante frazione, incastonata tra la natura e la roccia apuana, si raggiungono le grotte del Penna e la frazione di Metato, altra località dalla quale è possibile ammirare tutta la valle.
La domenica inizia con un percorso emozionante sulla dorsale di cresta che collega le cime del Folgorito, Carchio e Focoraccia in un susseguirsi di pinnacoli, selle e crinali che regalano scorci suggestivi.
Se si ha la fortuna di una giornata limpida, l’escursione sul Monte Gabberi, una delle vette apuane con un panorama mozzafiato sulle Panie circostanti e sul mare, può regalare la vista delle isole dell’Arcipelago Toscano e della Corsica. Ancora panorami, stavolta alternati a piacevoli degustazioni, con la proposta di Trekking & Beer. Questa escursione alle pendici del Monte Prana segue un piacevole sentiero attraverso una bellissima abetaia fino a raggiungere un punto panoramico sulle Apuane e sul mare, per far poi tappa al rifugio La casa del Maestro dove verrà offerto un assaggio di birre artigianali. Dai monti al mare con lo Snorkeling a Calafuria. Non poteva mancare a concludere il programma di escursione la visita all’Antro del Corchia all’interno della montagna cava più grande d’Europa a circa 600 m sul livello del mare (servizio di navetta gratuita da Camaiore).
Non solo trekking, anche spazio per le mountain bike con la pedalata Beer Trails sui sentieri apuani, che come da titolo promette una rinfrescante birra artigianale all’arrivo.
Tutte le escursioni sono organizzate grazie alle guide delle realtà che operano tutto l’anno sul territorio e in particolare a Prorock Outdoor, ApuaneGuide, Be Happy Trekking, Above the sea, Explore Tuscany e ASD Biker Inside.

Un village outdoor tra test, degustazioni, musica e mostre.
Durante i tre giorni il centro storico si trasformerà in un village dedicato all’outdoor con test di materiali tecnici delle principali marche del settore. Il village sarà animato da laboratori come il virtual walking program a cura della palestra Punto Fitness, da sessioni di yoga organizzate all’Ostello del Pellegrino di Camaiore e dalla presentazione del Gruppo di cammino di Camaiore, che dopo un breve incontro proporrà una camminata.
Non mancheranno gli spazi dedicati alle degustazioni organizzate dai birrifici artigianali del territorio e alla musica dal vivo con due esplosive marching band che sfileranno e suoneranno tra le vie del centro all’ora dell’aperitivo. Il venerdì sarà il turno delle Girlesque, la prima ed unica street band italiana tutta al femminile, niente di più coinvolgente. Il sabato toccherà ai Camillocromo, una delle band più virtuose e divertenti in circolazione.
Sempre il centro storico sarà interessato dalla mostra fotografica Genti d’Apuane, a cura di Leaf Creations, un percorso per immagini su chi ha scelto di vivere e lavorare con la montagna. A questa mostra si aggiunge l’allestimento delle immagini del concorso fotografico L’uomo e la montagna, una selezione che racconta la montagna secondo diverse prospettive. Ancora fotografia con la mostra Inerti e relitti a cura del CAI di Lucca, venti immagini che testimoniano lo stato del trattamento dei rifiuti nelle cave apuane.
Il pubblico potrà contribuire a raccontare il territorio e il festival grazie al workshop di fotografia condotto da Terra Trails, tre giorni di corso che alterneranno lezioni, esercitazioni e uscite fotografiche, oppure partecipando liberamente al Photo-contest Instagram che si svolgerà nei giorni del Festival e che assegnerà premi forniti dagli sponsor. Gli hashtag per partecipare sono quelli ufficiali #SlowTravelFest, #CamaioreClimbingAndTrekking, #inVersilia, #FrancigenaToscana.

“Questa manifestazione interpreta perfettamente la nostra idea di turismo – ha sottolineato il sindaco di Camaiore, Alessandro Del Dotto – allunga la stagione, fa scoprire l’entroterra e lo unisce con il mare, parla il linguaggio dello sport e di una fruizione turistica più sostenibile. Siamo orgogliosi di ospitare la seconda edizione, nella speranza che possa diventare uno degli appuntamenti fissi del mese di settembre, periodo che da alcuni anni è dedicato alla riscoperta del nostro territorio e di un patrimonio importante come quello della via Francigena. Ringrazio la Regione Toscana e Toscana Promozione per il sostegno e tutto il team organizzativo per il lavoro svolto”.

“L’importanza di questo appuntamento è duplice – ha rimarcato Carlo Alberto Carrai, presidente del Consorzio di Promozione Turistica della Versilia durante la conferenza stampa di presentazione del circuito Slow Travel Fest nella sede della Regione Toscana, a Firenze – per l’incoming, orientato cioè non solo al pubblico ma anche ai tour operator che hanno bisogno di servizi turistici, e per far toccare con mano al tessuto economico locale le opportunità verso le quali sta andando il futuro dell’entroterra versiliese. Questo non è un evento di un giorno ma un percorso di indirizzo: più saremo a intraprenderlo, minore sarà il tempo necessario a farlo decollare”. E proprio nel senso di maggiore ampliamento e condivisione, Carrai ha lanciato una notizia e una proposta all’assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo e al presidente di Toscana Promozione Turistica, Francesco Palumbo: “A Camaiore sottoscriveremo con il presidente Massimo Tedeschi l’accordo di affiliazione all’Associazione Europea delle Vie Francigene del Consorzio di Promozione Turistica della Versilia. E visto che il tratto italiano della via Francigena più vicino al mare passa proprio per il territorio versiliese e che dalla via Francigena nasce tutta l’idea dello Slow Travel Fest, auspico che dal 2020 la tappa costiera di questo ‘evento-circuito’ possa chiamarsi Versilia Climbing & Trekking Festival”.

La rete di organizzatori
L’evento è inserito nel circuito Slow Travel Fest, i festival outdoor della Via Francigena Toscana, un evento di Regione Toscana e Toscana Promozione Turistica in collaborazione con Ciclica. Camaiore Climbing & Trekking Festival è organizzato dal Consorzio di Promozione Turistica della Versilia insieme agli operatori economici del Centro Commerciale Naturale di Camaiore, con la collaborazione della Società Guide Alpine ProRock e l’Associazione Culturale e Sportiva Prorock Outdoor, con il patrocinio e il supporto del Comune di Camaiore e del Parco Regionale delle Alpi Apuane. L’evento è patrocinato dal Comune di Pietrasanta, dal Comune di Forte dei Marmi, dal Comune di Seravezza, dal Comune di Stazzema, dal Comune di Viareggio, dal Comune di Massarosa, dall’Unione dei Comuni della Versilia, dalla Provincia di Lucca, dalla Regione Toscana, da AUSL Toscana Nord Ovest, dal Collegio Regionale delle Guide Alpine della Toscana e dall’Associazione Europea delle Vie Francigene.