Camion a fuoco in autostrada, trasportava cartoni: tanta paura, ma poteva andare peggio

AREZZO – La Polizia Stradale di Arezzo è stata impegnata sull’A/1, insieme ai Vigili del Fuoco e alla squadra della manutenzione della Società autostradale, a limitare i disagi degli automobilisti diretti a Roma che, all’alba di stamane, si sono trovati la strada sbarrata da un camion che aveva preso fuoco. L’autista, di 57 anni, stava trasportando cartoni da utilizzare per il confezionamento di gelati ed era partito da Treviso per consegnare la marce a Caivano (NA).

L’uomo, giunto all’altezza di Terranova Bracciolini, per cause da accertare ha perso il controllo del camion, finendo contro il  new-jersey centrale. Il carico del mezzo ha preso fuoco ed è stato dato l’allarme, tant’è che dalla centrale operativa della Polizia Stradale sono state inviate due pattuglie della Sottosezione di Battifolle. Gli agenti, giunti sul posto in un baleno, hanno messo in sicurezza la zona insieme ai Vigili del Fuoco e agli addetti alla manutenzione.

Ci sono state difficoltà a spegnere completamente l’incendio, poiché la carta era molto compressa e il fuoco era difficile da domare. Si sono registrate circa 10 chilometri di coda e il traffico verso sud scorre, dalle ore 11.00, su due corsie, ma fino a poco tempo fa scorreva solo in corsia di emergenza, poiché nella pancia del camion c’erano focolai e dal mezzo usciva fumo.

Tanto spavento, ma poteva andare molto peggio. Infatti, per la bravura dei soccorritori e la celerità dell’intervento, nessun automobilista è finito contro il camion andato a fuoco e non si fatto male neppure l’autista del mezzo pesante. Gli itinerari alternativi sono stati diramati attraverso i consueti canali.

 

Lascia un commento