Prima campanella a Pietrasanta, in classe anche assessori e consiglieri comunali

0

PIETRASANTA – Primo giorno di scuola per gli studenti di Pietrasanta. 1.580 alunni di scuole materne, elementari e medie tornano sui banchi dopo l’estate. In classe anche assessori e consiglieri comunali, che daranno il benvenuto ai ragazzi al suono della prima campanella. Un appuntamento importante per salutare l’avvio del nuovo anno scolastico 2017/2018 e toccare con mano gli interventi di restyling realizzati dall’amministrazione Mallegni nell’ambito del maxi-piano di manutenzione finanziato con 300mila negli ultimi due anni. Un investimento consistente che contrasta con il trend di spesa in Italia per la pubblica istruzione. Il nostro paese, secondo l’ultimo rapporto della Ong WeWorld, è penultimo in Europa per investimenti sulla scuola in rapporto alla spesa pubblica (peggio di noi solo la Grecia). Un record negativo, rispetto al quale il Comune di Pietrasanta fa eccezione, con investimenti complessivi sulla scuola per tre milioni di euro solo nel 2016.

 

“Il Ministero della Pubblica Istruzione ha sempre meno risorse da destinare al comparto – spiega l’assessore al ramo, Simone Tartarini – e il nostro indirizzo è quello di compensare alla mancanza di fondi, attingendo direttamente dal nostro bilancio che manteniamo in salute. Lo scorso anno, a conti chiusi, abbiamo destinato alla pubblica istruzione 3 milioni di euro, spalmati sui servizi di mensa e trasporto scolastico, finanziamento di progetti per il disagio, opere di manutenzione ordinaria e straordinaria e agevolazioni alle famiglie. Una cifra importante per un settore cruciale, poco considerato dal governo, che si è dimostrato incapace di fare selezione di spesa. E’ inutile inserire in organico 80mila insegnanti, se mancano i dirigenti e i collaboratori scolastici. Queste sono operazioni di facciata, che compromettono il reale funzionamento del sistema scuola”.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: