Capannori, Petrini (FdI): “Faremo opposizione dura e consapevole. Paolo Ricci nuovo responsabile comunale del partito”.

CAPANNORI (Lu) – In attesa che venga convocato il primo consiglio comunale, abbiamo avuto modo di convocare una riunione per analizzare insieme il dato che è uscito da queste elezioni. Essere l’unico partito che ha confermato i voti ‘europei’ ci rende orgogliosi del lavoro svolto e ci dimostra ancora una volta che l’essere presenti sul territorio paga. Prima di tutto voglio ringraziare tutti i candidati e le persone che si sono avvicinate al partito in questo periodo.

Vedere più di venti persone all’interno della nostra sede a tre giorni dal voto ci dimostra che il lavoro svolto è stato apprezzato. Per quanto riguarda l’esito della tornata elettorale, è evidente che il risultato ottenuto debba essere un punto di partenza dal quale costruire il futuro del centrodestra a Capannori che, all’interno del Consiglio Comunale, sarà rappresentato da persone giovani le quali, dopo anni di militanza e di lavoro sul campo, hanno visto ripagato l’impegno messo al servizio della comunità.

Credo che il centro destra capannorese debba ripartire proprio da questo. Da un radicamento sul territorio che, per certi versi, è mancato e che avrebbe permesso e permetterà di non disperdere tutti quei voti che, il 26 maggio, hanno sancito la vittoria del sindaco uscente Menesini. L’analisi già fatta da Salvadore Bartolomei, con cui avrò il piacere di condividere il lavoro durante i prossimi cinque anni, è lucida e chiara. È evidente e chiaro a tutti che il risultato finale è stato condizionato dal peso degli eserciti in campo, più che dai loro generali. Il peso delle liste che sostenevano Menesini era molto superiore a quelle che sostenevano Bartolomei, le preferenze ottenute sono lì a dimostrarlo. Colmare questo gap richiede lavoro, determinazione e costanza. In altre parole, per colmare questo gap e dare un punto di riferimento a tutti i cittadini serve essere presenti sul territorio e programmare con largo anticipo idee ed obiettivi da raggiungere.

I capannoresi ci chiedono di fare un’opposizione dura e consapevole. Ed è quello che faremo. Un lavoro di questo tipo è stato avviato già durante questa campagna elettorale, grazie alla quale siamo entrati in contatto con molte realtà di vario tipo: sportivo, associativo ed economico. Da qui bisogna partire per continuare ad essere presenti sul territorio, ascoltando giornalmente le persone al fine di diventare un punto di riferimento al quale tutti i capannoresi possano rivolgersi in caso di bisogno. Perchè, risultati alla mano, la prossima volta dobbiamo partire per tempo. E per farlo serve un progetto ben preciso e chiaro ai capannoresi. L’impegno sarà quindi quello di essere presenti sia all’interno del consiglio comunale, dove avrò l’onore di sedere ai banchi dell’opposizione e di rappresentare Fratelli d’Italia, sia all’esterno di esso, costruendo una rete capillare formata da persone del territorio – o per meglio dire della singola frazione – che possano fungere da rappresentanti locali in grado di raccogliere le diverse istanze che caratterizzano ogni paese del nostro comune. Per questo un grande in bocca al lupo va al nuovo responsabile comunale del nostro partito, Paolo Ricci, persona che gode della massima stima e del massimo apprezzamento non solo mio, ma di tutto il panorama politico capannorese. Paolo è la persona più adatta a portare avanti questo progetto. Sono però anche convinto che, vista la composizione del centrodestra in Consiglio e visto il gruppo che si è venuto a creare dopo queste elezioni, il futuro non possa che essere roseo e ricco di soddisfazioni. Salvadore Bartolomei ha piantato il seme, ora sta a noi coltivarlo. E, come Fratelli d’Italia, siamo pronti ad affrontare al meglio questa responsabilità. (Matteo Petrini, consigliere comunale Fratelli d’Italia – Capannori)