Capodanno ghiacciato, con l’anno nuovo arriva il freddo dalla Russia

Sarà un Capodanno ghiacciato: gli ultimi giorni del 2018 sono caratterizzati da bel tempo, sole e alta pressione. Ma gli esperti avvertono: attenzione, il ‘ribaltone’ meteo è proprio dietro l’angolo e potrebbe colpire inesorabile proprio nel passaggio al nuovo anno. Notte di San Silvestro, quindi, nel mirino degli esperti de ilmeteo.it, che prevedono un repentino cambio di clima a inizio 2019.

In base alle ultime previsioni disponibili, e dopo una serie di giornate soleggiate – ma anche nebbiose – l’ultimo dell’anno gli esperti si aspettano infatti un impetuoso ingresso dalla porta della Bora di correnti gelide nord-orientali, correnti che soffieranno intense sui settori adriatici, con raffiche anche a più di 60 km/h. A provocarle, l’avvicinamento di una massa d’aria molto fredda di origine artico-continentale in discesa dalla Russia, massa che farà rapidamente peggiorare le condizioni del tempo, in particolare sulle regioni adriatiche centro-meridionali: dall’Abruzzo alla Puglia prevista quindi neve fino a quote molto basse.

Previsioni meteo per Capodanno 2019

E la corsa del maltempo non si fermerà, estendendosi più avanti al resto del Sud con piogge e rovesci su Calabria e Sicilia settentrionale. Anche qui fiocchi di neve potranno scendere a quote collinari proprio a causa dell’ingresso dei freddi venti da Nord-Est. Tempo completamente diverso invece sulle regioni settentrionali, ancora protette dall’alta pressione ma con ulteriore pericolo di nebbie sulle Pianure.

Nella giornata di Capodanno, per gli esperti il freddo continuerà ad affluire da Nordest e si farà sentire in particolare sulle pianure del Nord, con valori diffusamente sotto lo zero. Ultime precipitazioni interesseranno le regioni adriatiche, la Sicilia settentrionale e la Calabria. Altrove, invece, l’alta pressione garantirà il bel tempo con prevalenza di sole, salvo per le consuete nebbie al Nord e nelle vallate del Centro. Molto freddo anche al Centro-Sud, con valori vicini allo zero anche in prossimità del mare.

Anche secondo 3bmeteo.com in vista del nuovo anno l’anticiclone si rafforzerà ulteriormente sulla Mitteleuropa favorendo la discesa, lungo il suo bordo orientale, di fredde corrente russo-siberiane che punteranno diritte verso l’Europa orientale. Un fronte freddo già domenica 30 dicembre raggiungerà i Balcani investendo entro la serata anche il medio-basso versante adriatico, le Tirreniche meridionali e la Sicilia settentrionale. Il tutto accompagnato da un rinforzo della ventilazione e da calo delle temperature.