Il Carnevale di Viareggio arriva negli USA: tappe a New York e Chigago per promuovere i corsi 2019 e 2020

VIAREGGIO – Promozione internazionale per il Carnevale di Viareggio che arriva nel cuore degli Stati Uniti d’America: 
New York e Chicago. Due importanti tappe a pochi giorni dall’inizio della manifestazione per promuovere le date dei Corsi Mascherati 2019 e 2020. Grazie alla collaborazione tra Fondazione Carnevale, Regione Toscana e Toscana Promozione Turistica, l’Agenzia regionale che lavora al fianco dei territori per la costruzione e la promozione delle destinazioni e dei prodotti turistici territoriali, il Carnevale di Viareggio è ospitato presso le sedi di New York e di Chicago di Eataly, la grande distribuzione internazionale che porta i migliori prodotti italiani nelle più importanti metropoli internazionali.

Una grande figura tridimensionale in cartapesta di Burlamacco accoglie i visitatori , per quattro settimane, a partire da DOMANI lunedì 22 gennaio, nelle entrate degli Store di Eataly New York Downtown e Eataly New York Flatiron 23rd Street e dello Store di Chicago. Attraverso un percorso di suggestive gigantografie, esposte negli Store, il pubblico americano potrà ammirare lo spettacolo delle grandi opere allegoriche dei maestri viareggini.  
 
“Vogliamo far conoscere agli americani, che sono tra i turisti internazionali che generano flussi sempre più elevati verso il nostro Paese, la grande arte e dei nostri costruttori e lo spettacolo del Carnevale”, dichiara la presidente della Fondazione Carnevale Maria Lina Marcucci che sarà a New York domani per inaugurare la Mostra di grandi foto che arrederà il nuovo store di Eataly a New York;  riproduzioni fotografiche di carri e maschere del Carnevale di Viareggio e di Viareggio durante il Carnevale con l’immancabile foto del lungomare gremito di pubblico festoso. La campagna che sarà poi promossa anche attraverso le istituzioni italiane a New York come ad esempio l’Istituto italiano di cultura.     
“L’evento – continua Maria Lina Marcucci – organizzato in collaborazione con la Regione Toscana, attraverso Toscana Promozione, vuole essere una prima importante iniziativa per far conoscere il Carnevale di Viareggio anche ai grandi imprenditori italiani che promuovono il made in Italy e le eccellenze italiane all’estero.  E proprio  il patron di Eataly Farinetti, al quale avevo lanciato il progetto    si era  subito detto entusiasta di presentare il Carnevale di Viareggio agli americani, in virtù anche dei dati del Centro Studi Confindustria che in uno dei  suoi  ultimi  rapporti  ha stimato che l’Italia è al  primo posto tra le mete preferite dai turisti americani, accogliendo ben il  4% dei flussi turistici dagli States ovvero più di Francia e Regno Unito.  Una delle  motivazioni di viaggio degli americani è certamente  la cultura (28,4%), seguita dal clima (16,7%). Per questo siamo convinti che il Carnevale possa rappresentare anche una motivazione di viaggio, soprattutto perché proposto in un periodo di bassa stagione tra quelli preferiti dagli americani per visitare l’Italia. In America promuoveremo il Carnevale di Viareggio 2018, 2019 e 2020 attraverso la stampa anche di una cartolina con le date dei corsi dei prossimi due anni”.
 
AL VITTORIALE DEGLI ITALIANI
 

Il Carnevale di Viareggio e la Cupola del Brunelleschi di Firenze al Vittoriale degli italiani a Gardone Riviera. Un accostamento possibile grazie a Renato Missaglia, artista autore del manifesto ufficiale del Carnevale di Viareggio 2018. Sacro e profano, era il titolo della serata, organizzata dal Soprintendente del Vittoriale Giordano Bruno Guerri. E il “ profano” è proprio il mondo del Carnevale di Viareggio, presentato per l’occasione dalla presidente della Fondazione Carnevale Maria Lina Marcucci, sul palcoscenico dell’auditorio del Vittoriale insieme a Burlamacco e Ondina e ad un video emozionale sulla manifestazione. Il “sacro” è stato invece rappresentato dai 600 anni della Cupola di Santa Maria del Fiore del Brunelleschi, per celebrare la quale l’artista Renato Missaglia, firmerà le scenografie dell’opera lirica “Brunellesco”. 

Lascia un commento