Caro bolletta, Acqua alla gola tenta l’uscita da Gaia: la lotta continua

0

MASSA CARRARA ( di Daniela Marzano ) – E’ stata convocata presso il bar Battistini di Massa, la conferenza stampa di alcuni esponenti del comitato “Acqua alla gola”, istituito per far fronte al caro-bolletta e per tentare la fuoriuscita da Gaia nella gestione idrica del territorio di Massa-Carrara, allo scopo di fornire un quadro aggiornato delle azioni da adottare.

L’informazione principale è stata lo slittamento del tavolo programmatico inizialmente fissato per il 7 luglio con il Difensore Civico Regionale Dott.ssa Lucia Franchini, l’Amministrazione Comunale e i rappresentanti di Gaia a mercoledì 20 luglio, presso le Stanze del Guglielmi, con la novità che a quel tavolo l’Assessore del Comune di Massa Rutili ha invitato anche tutte le Associazioni dei Consumatori, trasformando l’incontro programmatico in una vasta assemblea.

Il Comitato Acqua alla Gola, forte delle 20.000 firme raccolte, si aspetta veder emergere da quel tavolo una volontà politica o amministrativa che raccolga le istanze presenti nel decalogo e attende, seppur con scetticismo, l’imminente pubblicazione della Carta dei Servizi dalla quale si possa evincere se sono state accolte o meno le richieste del Comitato.

Intanto il Comitato sta allargando i suoi confini territoriali preparandosi ad una lotta decisa, se in breve tempo non ottiene una risposta tangibile ai vari problemi che attanagliano i cittadini riguardo al prezzo dell’approvvigionamento idrico, come la trasparenza dei costi caricati in bolletta, i conguagli, le messe in mora o la facilità nei distacchi.

 

 

 

 

No comments