“Caro Navari, gli elettori di destra sanno bene cosa fare. Ma quelli di sinistra?”

0
SERAVEZZA – “Il compagno Navari – uomo a cui va riconosciuta una considerevole fantasia – vagheggia di una moltitudine di candidati di centrodestra che, nella realtà, esistono solo nella sua mente. Riccardo Cavirani è infatti l’unico ed il solo candidato a rappresentare il centrodestra italiano (Lega Nord, Forza Italia e Fratelli d’Italia)”. La replica a quanto affermato ieri da Navari ( LEGGI ANCHE: Gli elettori di destra seravezzini hanno l’imbarazzo della …  ) arriva dallo stesso candidato: “Il grillino Mirko Mattei, noto ambientalista, viene additato da Navari come candidato di destra. Una ipotesi molto suggestiva, ma falsa, poiché tra i progetti di Mattei e dei 5 Stelle c’è la realizzazione di campi Rom attrezzati – un’idea che dovrebbe far molto piacere al compagno Navari, il quale sogna un’Italia invasa da Rom e clandestini, e che non è certo un’idea di destra. Anche nella Lista di centrosinistra di Giorgi Navari vede candidati di destra inesistenti, tipo Gianluca Pajatto, che di centrodestra sarà pure, ma da tempo non è più candidato con Giorgi: ci fu una drammatica rottura che, chissà, forse fu motivata anche dalla deriva sinistrorsa che Patto Civico andava prendendo.
Noi comprendiamo la disperazione dei compagni comunisti di Seravezza, che vedono avvicinarsi la sconfitta elettorale con la quale salteranno in aria le loro certezze, che i maligni dicono essere soprattutto di natura occupazionale. E questa disperazione deriva dall’unico dato oggettivo: la sinistra seravezzina è spaccata in due: Riccardo Tarabella (PD e Rifondazione Comunista, anche se con riserve) e Andrea Giorgi, uomo di centrosinistra che ha iniziato la sua carriera ne La Rete di Leoluca Orlando per passare all’Italia dei Valori di Di Pietro e poi da Rivoluzione Civile del compagno Ingroia, già assessore comunale proprio con Ettore Neri e infine assessore provinciale alleato col PD: saremo all’antica, ma a noi questo non sembra davvero il curriculum di un uomo di destra. Le riserve di Rifondazione Comunista sull’erede di Ettore Neri a cui abbiamo alluso sono motivate: una parte del Partito della Rifondazione Comunista ha infatti invitato i propri elettori a boicottare Tarabella; si vocifera che un’altra parte di Rifondazione Comunista appoggi addirittura Giorgi! L’amara verità è che la sinistra seravezzina è nel caos più totale, e questo costringe il compagno Navari a raccontare favole che non esistono. D’altra parte quando mai un comunista ha saputo fare i conti con la realtà? Gli elettori di centrodestra premiano l’unità politica e la qualità della proposta programmatica di Riccardo Cavirani, che non ha mai cambiato casacca, restando coerente a sé stesso ed alle proprie idee”.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: