Il caso di Nicolina a Pomeriggio 5, il legale: “La ragazza non era stata affidata ai nonni e la mamma aveva diritto di portarla a Viareggio”

0

ROMA – Nonostante il silenzio delle Istituzioni, l’Avvocato Gelsomina Cimino non si arresta: mentre continua ad indagare sul perché l’ultimo fascicolo che riguardava Nicolina Pacini sia sparito dal Tribunale per i Minorenni di Firenze, ha scoperto l’esistenza di un provvedimento che consacra la responsabilità dei servizi sociali e dei Tribunali. “La ragazzina non era stata affidata ai nonni, ma solo collocata con la madre presso la loro abitazione – i dettagli sono stati rivelati dal legale ieri in diretta a Pomeriggio 5, durante il collegamento con lo studio dove erano presenti anche i genitori che si sono rivolti all’avvocato e che, nonostante le mille difficicoltà, pretendono giustizia per la loro bimba, uccisa con un colpo di pistola dall’ex della mamma, poi suicidatosi: “Se la madre se la voleva portare a Viareggio con sè era non solo un suo dovere, ma un suo diritto.  Doveva essere protetta e quella mattina non doveva trovarsi là dove ha incontrato l’assassino già denunciato e già conosciuto per i suoi gesti estremi”.

Clicca qui per vedere il programma televisivo:  http://www.video.mediaset.it/video/pomeriggio_5/servizi/l-affidamento-di-nicolina-ai-nonni-non-esiste_766522.html

 

No comments