Ultime News

Cassa integrazione in deroga per Covid-19

Misure di sostegno al reddito previste dal decreto legge 18 del 17 marzo 2020.

Ai sensi del decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18 le Regioni possono riconoscere il trattamento di cassa integrazione in deroga con riferimento a tutti i datori di lavoro del settore privato, ivi inclusi quelli agricoli, della pesca e del terzo settore compresi gli enti religiosi civilmente riconosciuti, ed esclusi i datori di lavoro domestico, in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, per la durata della sospensione del rapporto di lavoro, e per i quali non trovino applicazione le tutele previste dalle vigenti disposizioni in materia di sospensione o riduzione di orario, in costanza di rapporto di lavoro.

La Regione Toscana ha già sottoscritto con le Parti Sociali rappresentate nella Commissione Permanente Regionale Tripartita un accordo quadro che definisce criteri e modalità procedurali circa l’utilizzo della cassa integrazione in deroga.

Per la presentazione delle domande di CIG in deroga alla Regione Toscana sarà obbligatorio utilizzare la procedura informatica che sarà resa disponibile a breve.

La registrazione e l’accesso a tale procedura sarà consentito esclusivamente attraverso l’utilizzo di un Certificato digitale di autenticazione attivo (smart card standard CNS, Tessera sanitaria) fornito da un Ente Certificatore.
Gli utenti già registrati al sistema di ComunicazioniOnLine, potranno accedere al sistema Cig in Deroga utilizzando la medesima utenza, sempre attraverso l’utilizzo di un certificato digitale.

Informazioni sulla compilazione delle domande

tel. 0554382338 – 2347 -2093
martedì e giovedì dalle ore 10.00 alle ore 13.00
mail cigsderoga@regione.toscana.it

numero verde 800688306
dal lunedì al venerdì (esclusi i festivi)
dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 17.00
per assistenza tecnica ed eventuali problemi che possano verificarsi nell’invio telematico delle domande