Centrodestra e Liste Civiche insieme come alternativa all’amministrazione Del Ghiangaro

Viareggio – Gli esponenti di tutti i partiti alleati del centrodestra, dell’area moderata liberale e del mondo civico cittadino piu’ rappresentativo si sono ritrovati insieme, “allo stesso tavolo”, in videoconferenza. Coralmente si è ribadita la medesima comunione di intenti e la stessa volonta’ di costruire una grande alleanza, la più ampia possibile, che sia radicalmente alternativa all’attuale fallimentare amministrazione comunale ed in grado di vincere le prossime elezioni di autunno.
Intento comune è riconsegnare la citta’ ad un governo democratico e plurale che ascolti i bisogni dei cittadini, delle famiglie e delle imprese, interloquendo giornalmente con le necessita’ piu’ urgenti della comunita’ senza abbandonarsi a quel culto della personalita’, a quella vuota autocelebrazione di se stessi che ormai connota questo Sindaco del tutto avulso, anche in questo momento cosi’ delicato, da un territorio che non conosce e che non gli interessa in alcun modo, se non per finalita’ di mero carrierismo politico.
Cosi’ intervengono i rappresentanti di Lega, Fdi, Forza Italia, Cambiamo !, PLI, della lista civica Per la Nostra Terra nonche’ delle ulteriori compagini civiche facenti rispettivamente capo a Brunello Consorti e Barbara Paci che hanno partecipato alla riunione e che hanno iniziato a confrontarsi insieme sui temi più importanti come quello della crisi sanitaria, economica e sociale che sta investendo cosi’ duramente Viareggio e Torre del Lago Puccini.
Andrea Recaldin, Maria Domenica Pacchini, Massimiliano Baldini ed Alessandro Santini per la Lega, Massimiliano Simoni, Marco Dondolini e Carlo Alberto Tofanelli per FDI, Maurizio Marchetti per FI, Simone Simonini e Simone Spezzano per Cambiamo !, Claudio Gentile, Fabrizio Biagioni e Maurizio Rosellini per il PLI, Antonio Tedeschi e Roberto Tedeschi Per la Nostra Terra, Brunello Consorti e Roberto Francesconi nonche’ Barbara Paci, insieme ai rispettivi collaboratori in rappresentanza di ampie e costituende realta’ civiche, hanno condiviso di dare avvio ad un percorso comune, aperto al contributo di tutte le energie che hanno una visione del futuro della citta’ incentrata su di una classe dirigente seria e preparata, espressione del nostro tessuto lavorativo e professionale, delle nostre tradizioni e peculiarita’ territoriali, capace di esprimere un Sindaco che abbia un rapporto diretto con i cittadini, che sia emanazione della nostra comunita’ e che la rappresenti interpretandone gli stessi sentimenti e la sua storica ragion d’essere.
Giorgio Del Ghingaro non ha mantenuto nessuna delle promesse fatte in campagna elettorale. Il bilancio non e’ risanato come va raccontando, ma ha ancora più di 11 milioni di disavanzo. Il dissesto cittadino, trascorsi cinque anni, e’ ancora misurabile con lo stadio chiuso, la piscina chiusa, il Politeama chiuso, il mercato in stato di abbandono e degrado come la stessa Terrazza della Repubblica, Torre del Lago lasciata in balia di spacciatori e prostituzione.
Cittadini ed imprese sono stati vittime di quotidiani episodi di delinquenza ed aggressione e la sicurezza non e’ certo uno standard di qualita’.
A breve – concludono gli esponenti del centrodestra e delle liste civiche alleate – ci ritroveremo ancora per definire ed approfondire i punti centrali del programma che sara’ presentato alla citta’, un programma che – vista l’emergenza Coronavirus – non potra’ che partire dalle conseguenze dell’epidemia sanitaria e che concentrera’ ogni sforzo possibile per dare un forte sostegno alla classi sociali ed economiche più colpite dalla crisi, al mondo del lavoro e dell’imprenditoria, a quello delle tradizionali attivita’ legate alla nostra vocazione turistica, per riavviare l’intero tessuto cittadino verso la normalita’ perduta.