“Cerco Francesca di Pontedera”: l’appello di un uomo innamorato per ritrovare la sua “lei”

“Mi chiamo Stefano e sono della provincia di Reggio Emilia. Il 24 agosto del 2017, sulla terrazza del Pordoi, in Trentino Alto Adige, ho conosciuto una ragazza, Francesca”. L’ha vista solo per qualche minuto, ci ha scambiato poche parole, ma tanto è bastato per non scordarla più. Allora Stefano, per ritrovare quella donna misteriosa, della quale conosce solo il nome e la città (Pontedera, in provincia di Pisa), ha deciso di acquistare una pagina di pubblicità sul Tirreno.

“Di lei conservo solo il nome e avrà circa 40 anni – scrive Stefano, che accompagna l’appello con una sua fotografia sulla cima di una montagna – Una semplice chiacchierata ci ha consentito di scambiare alcune informazioni sommarie come il suo lavoro nella pubblica amministrazione. Lei era in vacanza ad Alba di Canazei coi suoi genitori. Io con mio fratello e i miei genitori, cui avevamo regalato alcuni giorni di vacanza per il 50° anniversario di matrimonio, eravamo alloggiati a Corvara, in Alta Badia”.

“Con Francesca ci siamo fermati a chiacchierare per circa un’oretta – prosegue Stefano – Poi causa problema di altitudine per i miei genitori, sono dovuto scendere a valle e non sono più riuscito a ricontattarla, né tantomeno ad avere il suo numero di cellulare per darle almeno un semplice saluto”. Ma Stefano non si arrende. Così, a distanza di più di un anno, tenta il tutto per tutto: “Mi piacerebbe tanto poterla rintracciare almeno per poter fare due chiacchiere, anche per telefono oltre a un saluto”. E, a conclusione di queste parole, Stefano lascia e-mail e numero di cellulare (muzzinisnc@gmail.com, 3493248564).

“Per ora non mi ha contattato nessuno, ma non mi arrendo – confida Stefano – Ho provato più volte a cercarla, anche su Facebook, ma niente. Il nostro incontro è stato da film, eravamo a 2.950 metri di altezza. Di lei mi hanno colpito la simpatia e la pacatezza. Se mi chiamasse ne sarei felice”.