Charity bookshops, la nuova solidarietà massese

MASSA – (di Daniela Marzano) – La solidarietà cambia volto: da venerdì 18 aprile chi vorrà acquistare un libro potrà nel contempo fare anche un gesto nobile supportando associazioni ed iniziative umanitarie. E’ il progetto delle charity bookshops, “librerie della solidarietà”, già esistenti in diversi paesi europei come Gran Bretagna, Irlanda, Germania, Francia, che raccolgono libri usati donati da privati cittadini e li cedono ai visitatori dietro un contributo volontario. I fondi raccolti vengono poi devoluti tutti in beneficienza. Dopo Fivizzano, ora anche Massa ha la sua libreria solidale che occupa i locali adiacenti alla biblioteca diocesana ed è gestita dall’Associazione Onlus “Dal libro alla Solidarietà”, con il contributo di un variegato gruppo di volontari, pensionati e professionisti. All’inaugurazione erano presenti, tra gli altri, l’Assessore del Comune di Massa Elena Mosti e il Consigliere Giacomo Bugliani, il quale, ha elogiato iniziative come queste dichiarando che “dovrebbero avere la risonanza che meritano,  travalicare i confini provinciali e assumere i confini più ampi della Regione, la quale deve appartenere un po’ a tutti, valorizzando e sostenendo le varie esperienze ed eccellenze del singolo territorio”. Come Presidente del prestigioso Premio di Poesia e Narrativa San Domenichino, Bugliani ha parlato di cultura che punta ai giovani, che è volano di rinnovamento e di crescita da usare come antidoto al lutto, ai problemi e alla crisi.

La “libreria della solidarietà” vuole anche essere un centro di aggregazione culturale, promuovendo mostre, convegni, concerti e incontri formativi.

 

 

 

Lascia un commento