Che bontà… a “La Bontà”

0

VIAREGGIO – ( di Letizia Tassinari ) – Che bontà… a “La Bontà”. In via Ugo Foscolo, a Viareggio, a un passo da piazza D’Azeglio, e a due dalla Passeggiata, ha da poco aperto un localino niente male. Il taglio del nastro due settimane fà, giorno più giorno meno, ma il ristorante ha già fatto sold-out di clienti, e chi ci è stato non può far altro che parlarne eccellentemente e consigliarlo agli amici. Dove si mangia  – è risaputo – ci si va volentieri, e ci si torna. “Il menù è variabile – ci spiega patron Carmine, napoletano DOC -: si cucina solo prodotti freschi. Nessun surgelato. Il pesce, da noi, è il pescato del giorno. E anche le carni, dalla bistecca alla rosticciana, salsicce incluse, vengono acquistate e cucinate”. Una scelta, quella de “La Bontà”, che parte dalla qualità dei prodotti per offrire ai commensali piatti esclusivi, che da altre parti non si trovano, a prezzi buoni. La bufala, usata nelle pizze piuttosto che per le insalate, cosi come i pomodori,  sono campani. Idem la burrata o la provola, e le verdure. I paccheri arrivano direttamente da Gragnano. Se la parmigiana di melanzane – piatto preferito di chi scrive –  è da provare, i vari primi, la frittura mista, la pepata di cozze, la zuppa di pesce, i taglieri di affettati, le pizze e le focacce non sono da meno. Bando alle diete, quindi. E prepartevi a un “pancia mia fatti capanna”: le porzioni, infatti, sono da forchette buone, ovvero sia da veri e propri mangioni. E per finire, dulcis in fundo… il “baba” non poteva mancare.

 

No comments