Chi sono gli Aerosoccorritori Marittimi della Guardia Costiera?

0

VIAREGGIO – Chi sono gli Aerosoccorritori Marittimi della Guardia Costiera? Li abbiamo visti all’opera in tutte le principali operazioni di soccorso in mare degli ultimi anni: dalla M/N ‘Margaret’, alla purtroppo famosa ‘Concordia’, fino al recente soccorso al traghetto ‘Norman Atlantic’. E poi, sistematicamente, in centinaia di missioni in mare in soccorso ai migranti nel canale di Sicilia.
Si è concluso nei giorni scorsi, presso il N.A.A.R (Nucleo Addestramento Ala Rotante) della Sezione Elicotteri della Base di Sarzana-Luni (La Spezia), il 7° corso di qualificazione per il reclutamento di Aerosoccorritori della Guardia Costiera.
Tra questi, anche un giovane militare di origini pugliesi in servizio dal giugno 2009 presso la Capitaneria di porto di Viareggio, il Sottocapo di 3^cl. Giovanni Tomasicchio.

Da febbraio ad oggi, seguendo gli insegnamenti, le direttive ed i consigli degli istruttori, il militare in questione ha favorevolmente superato gli impegnativi test psico-fisici e gli accertamenti teorico-pratici richiesti dal Reparto IV – Ufficio Mezzi Aerei del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto.

Tra gli istruttori, oltre ai militari della Guardia Costiera della Base di Sarzana, figura personale altamente qualificato della Marina Militare, dell’Aeronautica Militare, della Croce Rossa Italiana-Corpo Militare e del Servizio Medico Sanitario Nazionale.

Durante il corso, vengono organizzate anche esercitazioni addestrative complesse a bordo degli elicotteri AB 412 e AW 139 in dotazione alla Guardia Costiera.
Gli allievi, dopo essere stati trasportati e calati dall’elicottero tramite verricello in uno scenario di soccorso simulato ma assolutamente realistico con figuranti feriti, devono mettere in pratica le tecniche di primo soccorso apprese, dimostrando di conoscere l’impiego di attrezzature e dotazioni speciali e le modalità di intervento nelle operazioni aero-navali. Proprio questo costituisce la specifica preparazione per il delicato compito che andranno a svolgere: salvare vite umane in mare.
Adesso, il Sc. Tomasicchio farà rientro nella sede di Viareggio, in attesa di conoscere la nuova sede di assegnazione per il prosieguo dell’iter addestrativo: lo attende un profilo di carriera “in prima linea”, certamente più operativo ma adatto alle sue aspirazioni e qualità professionali.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: