Ciao Davide, grazie per aver insegnato ai nostri figli a “fare Rumore”

Davide Moretti

di Antonella Criscuolo – Se n’è andato un Maestro. Essere un Maestro vuol dire andare oltre l’insegnamento, vuol dire essere una guida. Una persona a cui ci affidiamo con fiducia incondizionata. Una persona che ci ispira. Un esempio.

Davide lo era un Maestro.
Per tutti noi.

Ed era anche un amico, un fratello, un confidente e, insieme all’instancabile e insostituibile Ilaria, una parte importante per la formazione e la crescita di centinaia di bambini e ragazzi, dei nostri figli. Davide era una persona illuminata, di quelle che ce ne sono poche. Aveva capito come fare “Rumore”, un rumore positivo che lascia il segno e ci invita a delle riflessioni.

È incredibile come riuscisse ad avere così tanta attenzione per ognuno dei suoi ragazzi del Teatro, cucendo loro, su misura, quegli spettacoli che hanno saputo farci ridere e piangere allo stesso tempo, come in una tempesta emotiva.

Ha insegnato ai suoi allievi a condividere il palcoscenico, come se quel palcoscenico fosse la vita stessa, in cui le persone fanno i conti con sentimenti di ogni genere. Su quel palco i ragazzi hanno appreso cosa significhi essere generosi, non pensando solo alla propria parte, ma supportandosi a vicenda. La prima cosa che diceva quando iniziava con un nuovo gruppo era “qui non formiamo delle star, formiamo delle persone. Non diteci che i vostri figli sono attori nati, non ci interessa”. E così è stato: insieme ad Ilaria ha formato persone migliori, che hanno capito come guardare se stessi in maniera diversa, trasformando i propri limiti in crescita. Ha scoperto e stimolato la loro fantasia. Ha insegnato a questa enorme famiglia di “rumorosi” che non esiste una “prima donna”, ma che ognuno ha un proprio ruolo, ha una propria individualità, dietro e oltre le quinte.

Teatro Rumore è scuola, è gioia e grande impegno. Davide Moretti e Ilaria Lonigro hanno regalato ai propri allievi opportunità per loro indelebili. Basti pensare che due anni fa hanno incontrato e recitato davanti al regista più volte Premio Oscar Alfonso Cuarón. Si sono confrontati con scuole di teatro straniere, in workshop internazionali, sia in trasferta che ospitando i “colleghi stranieri” durante i festival che ogni anno, in estate, erano diventati un appuntamento imperdibile.

Raramente ho visto tanta partecipazione. Raramente ho visto tanta attenzione.
Raramente ho visto tanto amore dato e ricevuto.

Non è retorica affermare che ognuna delle persone che lo ha avuto come Maestro, che lo ha incontrato nel proprio percorso, lo porterà sempre con sé. Ci sarà sempre un bel po’ di Davide nella vita dei “rumorosi”.

E di questo ti siamo infinitamente grati.

Un abbraccio a Ilaria e alla tua splendida famiglia da parte di tutti noi.

Ciao Guerriero. Ciao Maestro.

photo: Päivikki Keisala