Le inaspettate gioie di essere padri: “Famiglia all’improvviso, istruzioni non incluse” di Hugo Gélin

0

VIAREGGIO – ( di Lorenzo Simonini ) – Eccoci di nuovo qui su “Cinemanews”, la rubrica settimanale delle uscite nei nostri cinema. Questa settimana restiamo in Europa, andando in Francia, Stato ultimamente al centro delle attenzioni internazionali per motivi politici. Il lungometraggio in questione è Famiglia all’improvviso – Istruzioni non incluse, che di politica di per sé non ha niente a che fare, ma si tratta di una commedia che tratta di un argomento sempre attuale e caldo: la paternità. Samuel, interpretato da un magico Omar Sy, uomo sempre in vacanza, improvvisamente riceve la visita di un suo amore estivo che gli mette fra le mani Gloria, una stupenda neonata, dicendogli in faccia che quella bambina è sua figlia. L’uomo rimane scioccato e sconvolto e si mette alla ricerca della donna, ma dopo tanti anni rimane, alla fine, sempre insieme alla bambina, che cresce con lui, formando così un legame indissolubile. Un argomento straordinariamente attuale anche per me, prossimo a diventare papà di una bambina, ma che fa capire, con grande esercizio di stile e viva energia, l’argomento. Un’esperienza che nella vita di un uomo segna un passaggio importante, che va vissuto con grande emozione qualsiasi sia l’età del papà. Il film riesce a rendere alla portata di tutti la paternità, grazie a un prestigioso lavoro di sceneggiatura che alleggerisce la tematica senza renderla futile, ma, anzi, ci fa ragionare su come, spesso, e dovrebbe essere sempre così, per un uomo che pensa soltanto al piacere, l’emozione di assumersi improvvisamente la responsabilità di crescere una figlia diventi, di conseguenza, un’esperienza sicuramente seria, ma che può essere affrontata con passione, emozione e divertimento. Una figlia, d’altronde, per chi magari l’ha voluta e l’aspetta, pronto, dunque, a vivere l’emozione in maniera differente da chi, come Samuel, si ritrova tra le sue braccia senza preavviso una neonata, è un’attesa di grande attenzione, ma anche di piacere, perché si tratta di una fase della propria esistenza assolutamente indimenticabile. Cari papà che siete davanti a questo articolo, amate le vostre figlie e, naturalmente, anche le mamme delle vostre figlie.

No comments

*