Ciro Costagliola: “Il futuro della nautica potrebbe essere un nuovo materiale, MAGMITE®”

0

Il mare, l’ecosistema in generale, deve essere tutelato e ognuno di noi ha il dovere di fare il possibile per conservare e, perché no, migliorare il suo stato di salute.

Ciro Costagliola

Oggi abbiamo incontrato Ciro Costagliola, che da due anni sta collaborando con una Start-Up innovativa che ha brevettato una nuovo materiale, MAGMITE®, compatibile con l’ecosistema marino. Un prodotto ideato per ridurre l’impatto ambientale delle tradizionali vernici antivegetative a base di sostanze tossiche.

“Sì, da circa 2 anni collaboro come Responsabile Area Sviluppo Settore Nautica con una Start-Up innovativa che ha brevettato un nuovo materiale, MAGMITE®, che ha diversi campi di applicazione. L’obiettivo di MAGMITE® Settore Nautica è quello di offrire e ricercare la soluzione per una facile e sempre più efficiente preparazione e manutenzione dell’imbarcazione.”

Avete già effettuato delle sperimentazioni e ottenuto delle certificazioni che garantiscano che questo nuovo materiale possa essere utilizzato nel settore nautico?

“Sì, per entrambe le cose. Abbiamo infatti già effettuato diversi test nelle acque del porto di Viareggio, con ottimi risultati, utilizzando MAGMITE® sia a protezione dello scafo che come sostitutivo alle cosiddette antivegetative. Quello che abbiamo potuto osservare anche in questo caso è stato sorprendente. Abbiamo inoltre già ottenuto diverse certificazioni.”

Come si applica?

“MAGMITE® può essere applicata come una vernice – non tossica – che rende più difficile ai microrganismi attaccarsi allo scafo delle imbarcazioni. Una soluzione vincente per l’ecosistema marino e per il settore dei trasporti marittimi. È un prodotto che inoltre può essere sottoposto a più interventi di lavorazione. Da sottolineare che anche durante la sua applicazione non sono state riscontrate tracce di sostanze tossiche e velenose.”

Quali sono le differenze tra MAGMITE® e le normali vernici antivegetative?

“Le vernici antivegetative contengono ancora, anche se meno rispetto al passato, i cosiddetti “biocidi”: additivi che inibiscono l’attecchimento di organismi viventi. Sono delle protezioni alle carene, ma comunque sempre a base di sostanze metalliche ritenute dannose per l’ambiente.
MAGMITE® è un prodotto ottenuto da una formulazione che si basa prevalentemente su una miscela di cariche minerali a base di quarzo, con grandi capacità di aderenza su tanti materiali. Il prodotto applicato è stabile e facilmente riparabile e può essere sottoposto a più interventi di lavorazione integrativa, anche nel tempo. Nel prodotto non sono quindi presenti i già citati biocidi e sostanze velenose.”

Quindi MAGMITE® vuole essere l’alternativa alle antivegetative?

“Uno degli obiettivi è proprio quello. La pulizia della carena sarà molto più semplice e veloce. Non si dovrà più isolare l’imbarcazione in vasche protette al fine di raccogliere i microrganismi che hanno colonizzato la carena e la sottostante vernice antivegetativa per poi portare in discarica i resti della pulizia. MAGMITE®, una volta applicata, non necessita di una seconda stesura. Si può pulire la carena e raccogliere i micro organismi: dai test che abbiamo effettuato non risultano contaminati da sostanze tossiche. Immaginate anche il risparmio di tempo e denaro che questa procedura di pulizia determinerà in futuro e quali saranno i benefici per l’ambiente”.

Il video che testimonia la semplicità con cui si possono togliere gli organismi marini e dimostra come sarà semplice la pulizia della carena delle imbarcazioni

Una curiosità. Ma se davvero MAGMITE® in futuro sostituirà le normali vernici antivegetative, tutte quelle aziende che si occupano oggi di rimessaggio, che scartavetrano e riverniciavano le carene (con vernici antivegetative) si troveranno senza lavoro?

Assolutamente no, sarà proprio il contrario. Come è noto oggi togliere gli organismi acquatici dalle carene è un procedimento assai complesso. Questi organismi colonizzano, aderiscono alle pareti dell’imbarcazione creando un nuovo strato di materia che per essere rimossa ha bisogno di un lavoro lungo e complesso. Con MAGIMITE® sarà tutto più semplice. Non essendo materiale tossico sarà garantita anche la salute di coloro che andranno ad utilizzare questo prodotto. Ricordo che dopo la pulizia dello scafo, con MAGMITE® non ci sarà bisogno di applicare una nuova stesura del prodotto, sarà sufficiente pulirlo.”

Lei, Costagliola, è stato per diversi anni Vice Sindaco del Comune di Viareggio, capitale mondiale nella produzione dì mega yacht. Ricoprire quel ruolo l’ha aiutata ad avere una conoscenza più approfondita delle tematiche legate alla nautica e all’ambiente?

Si, è vero che, pur ricoprendo la carica di Vice Sindaco, anche se con una delega non direttamente legata al mare – avevo infatti le deleghe di Assessore alla Cultura e al Sistema Museale – ho avuto molte occasioni di occuparmi questioni legate al mare. Uno dei musei che rientrava nel settore di mia appartenenza era proprio il Museo della Marineria. È stata una bella esperienza perché ho potuto conoscere ma anche promuovere un po’ tutta la storia della marineria e della cantieristica viareggina, famosa in tutto il mondo.”

Ha avuto in questi due anni di sperimentazione di MAGMITE® contatti con aziende nautiche per parlare del prodotto?

“Sì, abbiamo avuto un incontro con il Direttore della società NAVIGO, il dott. Pietro Angelini, a cui abbiamo chiesto una collaborazione per testare il prodotto – magari su una loro imbarcazione – affinché si possano certificarne e conoscerne ancora di più le caratteristiche. NAVIGO è attualmente la più estesa rete di aziende di nautica da diporto della Toscana e una delle principali d’Europa. Un punto di riferimento per imprese associate e non, enti e istituzioni, associazioni di categoria.
La Regione Toscana, da sempre sensibile alle tematiche legate alla tutela del mare e dell’ambiente in generale, potrebbe essere il miglior nostro interlocutore per testare il prodotto. Qualità del mare, tutela della biodiversità e sicurezza della navigazione sono i temi su cui la Toscana è protagonista attraverso le sue politiche del mare.
Un ringraziamento particolare devo farlo a Cosimo Berardinetti, (conosciuto come Mimmo) – Cantieri Azimut Benetti – che ci ha consentito di effettuare i test in mare aperto e all’interno delle darsene consigliandoci le aree del mare e del porto migliori per testare MAGMITE®.
Ci piacerebbe che Viareggio, città leader mondiale nella produzione di mega yacht e centro di eccellenza per la ricerca e sviluppo di nuovi componenti per la nautica da diporto, una volta accertate le caratteristiche di MAGMITE® decidesse di essere la prima realtà internazionale a usare questo prodotto.”

In esclusiva vi mostriamo alcune immagini di uno dei test praticati con una tavola di pura MAGMITE®:

Sono tanti vantaggi quando si applica MAGAMITE®:
•Il prodotto ha bisogno di un solo ciclo di lavorazione.
•È resistente alla compressione, abrasione e agli urti.
•L’imbarcazione viaggia meglio: più fluida e veloce, utilizza meno carburante ed è quindi meno inquinante.
•Non è tossico e questo comporta notevoli vantaggi non solo per l’ambiente ma anche hai costruttori e per gli armatori.
Con MAGMITE® ci saranno benefici ambientali ed economici: non c’è rilascio di sostanze inquinanti in mare, diminuiscono le emissioni in atmosfera, si risparmia sui costi del carburante perché le imbarcazioni viaggiano più leggere e anche la manutenzione della carena è più semplice. La vernice ecologica infatti permette di rimuovere i microrganismi con facilità e dura più a lungo proprio perché rende difficoltoso l’attacco da parte degli organismi parassiti.

Chi fosse interessato a conoscere nello specifico MAGMITE® può scrivere a info@cirocostagliola.it

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: