Colpito alla testa da un sasso al mare : è caccia al colpevole

E’ successo l’altra mattina nel tratto di lungo mare a Carrara, nei pressi delle ex Colonie. Un 56enne all’improvviso ha sentito un dolore lancinante alla testa, poi il sangue, come se qualcuno lo avesse colpito duramente da dietro senza alcuna ragione. Era una mattina qualunque, si era concesso il lusso di leggere in pace il suo libro, con il rumore delle onde del mare in sottofondo, ma improvvisamente un sasso lo ha colpito ferendolo alla testa.

Da quanto risulta dalle ricostruzioni, pare si trattasse di un gruppo di adulti con un bimbo piccolo al seguito. Alla richiesta di aiuto del ferito in un primo momento i tre adulti hanno tentato di addossare la colpa al bambino, «ma a soli 4 anni mai avrebbe potuto fare un lancio del genere così lungo. Ho chiesto se potevano darmi una mano perchè ero ferito e sanguinante» , senza pensarci troppo il gruppo alla rispota del 56enne se l’è data a gambe correndo in direzione di Marina di Massa.

L’uomo frastornato dalla botta non è riuscito a memorizzare i volti; il gruppo dei vandali che lo ha aggredito era composto da due uomini, una donna e un bimbo di 4 anni, gli unici presenti nel raggio di centinaia di metri. Rimasto solo, sanguinante, il carrarese ha chiamato il fratello che in auto lo ha portato al Noa dove la ferita è stata chiusa con sei punti di sutura.

 «Mi sono rialzato a fatica per dolore e choc: a stento sono riuscito a risalire la scogliera per portarmi verso la strada. Magari qualcuno ha visto quel gruppetto – dice l’anonimo 56enne carrarese – in zona non c’erano telecamere ma secondo me si erano fermati a mangiare in uno dei ristoranti della zona»

Sull’episodio è stata sporta denuncia ai carabinieri chiamati a cercare di risalire agli autori del folle gesto.

Carrara