Coltivano canapa indiana a casa, in manette un operaio e un’impiegata

0

VERSILIA – Nel corso di un mirato servizio finalizzato a prevenire e contrastare lo spaccio ed il consumo di sostanze stupefacenti, i Carabinieri delle Stazioni di Camaiore e Pietrasanta hanno arrestato in flagranza di reato un operaio 26enne xon percedenti e un’impiegata incensurata di 23 anni, poiché ritenuti responsabili di possesso ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
In particolare i Carabinieri, in una frazione al confine tra Pietrasanta e Camaiore, dopo diversi appostamenti eseguiti anche in abiti civili, hanno scoperto all’interno di un’abitazione in uso ai predetti un stanza attrezzata di tutto punto per la coltivazione della canapa indica. Infatti veniva rinvenuto un efficiente sistema di areazione che permetteva un’ottimale crescita e fioritura delle piante che venivano a trovarsi in un’ambiente particolarmente favorevole. Nel corso della perquisizione il personale operante rinveniva e poneva sotto sequestro 2 piante canapa indiana dell’altezza ci circa 150 cm; 13 grammi di hashisgià suddivisi in dosi; 36 grammi di marijuana; materiale vario utilizzato per il confezionamento delle dosi; varia attrezzatura necessaria per la coltivazione delle piante; un bilancino di precisione. I 2 venivano quindi condotti presso la caserma di Camaiore per le incombenze di rito e successivamente accompagnati presso le rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo. L’arresto questa mattina al tribunale di Lucca è stato convalidato con l’obbligo di firma, ma il legale, avvocato Piero Falchi, ha chiesto termini a difesa e il processo è stato rinviato al prossimo 21 luglio.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: