Colto da malore agli Uffizi davanti alla Venere di Botticelli: “ci sono stati altri casi”

Stava ammirando la Venere di Sandro Botticelli, uno dei capolavori più conosciuti della Galleria degli Uffizi di Firenze, quando è stato colto da un malore. È accaduto questa matttina, sabato 15 dicembre, a un turista di 70 anni della provincia fiorentina, in visita al museo con i familiari. L’uomo ha avuto un arresto cardiaco e si è accasciato improvvisamente sul pavimento. Il pensionato è stato salvato grazie al tempestivo intervento di quattro medici romani, anche loro in visita nella galleria, che hanno potuto utilizzare il defibrillatore presente in sala. Risolta la crisi, il settantenne è stato trasferito all’ospedale di Careggi e le sue condizioni sono in miglioramento.

Il commento del direttore degli Uffizi Eike Schmidt: “Voglio ringraziare per il tempestivo intervento i medici volenterosi che hanno dato un contributo determinante per salvare una vita a rischio. Quanto alla possibilità che all’origine del malore del visitatore possa essere stato un attacco di sindrome di Stendhal, Schmidt specifica che “non rientra nelle mie competenze effettuare diagnosi mediche”.