Il commissario Giuseppe Priolo si insedia a Pietrasanta: “L’accoglienza dei migranti? Un dovere”

0

PIETRASANTA – Pietrasanta, il dopo dimissioni del sindaco Massimo Mallegni è iniziato: si è insediato ufficialmente ieri il dottor Giuseppe Priolo, commissario prefettizio che guiderà la Piccola Atene fino alla prossima tornata elettorale.

Calabrese doc, 65 anni, ex prefetto di Trapani,  Giuseppe Priolo, questa mattina si è presentato alla stampa con in mano la vignetta, graditissima, pubblicata da TGRegione.it, che il dottor Franco Domenici ha voluto dedicargli appena nota la sua nomina.

Il Commissario, nei prossimi giorni, incontrerà l’ex primo cittadino Massimo Mallegni e, a seguire, tutti i gruppi politici e i sindacati. Il ricevimento dei cittadini, ha promesso, sarà settimanale.

Scontata, o quasi, nei prossimi mesi, l’accoglienza dei migranti, negata dall’ex sindaco, se la Prefettura ne farà richiesta: “L’accoglienza è un dovere di solidarietà  nazionale, e mi atterrò alle direttive”. Nessuno stop, o modifica, invece, per quanto riguardo i vari atti approvati negli ultimi 20 giorni di amministrazione comunale. Probabile la nomina di due sub commissari, mentre è al vaglio del commissario la conferma, o meno, dei vertici della Fondazione Versiliana, tranne Massimiliano Simoni, con contratto da direttore fino a settembre del prossimo anno,  cosi come di Pietrasanta Sviluppo. “Mi è stato affidato un compito istituzionale – ha detto – e agirò nel rispetto delle aspettative dei cittadini”. Priolo dovrà traghettare Pietrasanta fino alle elezioni, e resterà in carica per almeno 6-7 mesi: “Ringrazio il segretario generale del comune dottor Michele Parenti – ha aggiunto Priolo – che in questi primi giorni mi sta aiutando davvero tanto, mi sento come un alunno al suo primo giorno di scuola”. “Massima trasparenza e massima comunicazione – questa la promessa, come quella di essere al servizio di tutti nel totale disinteresse”.

 

 

 

 

No comments