Ultime News

Contro la SLA, giochi di solidarietà

0

LIDO DI CAMAIORE  – Sono stati presentati nel pomeriggio di ieri, mercoledì 22 giugno, presso il bagno Mascotte di Lido di Camaiore due eventi benefici organizzati da “In Gioco per la Solidarietà – Onlus”. Si tratta del 1° memorial Andrea Orlandi e della 7° edizione del torneo di calcio a 5 “Uniti contro la SLA”. Le due manifestazioni, patrocinate dal Comune di Camaiore, vedono la collaborazione di AISLA Versilia, dell’associazione Araba Fenice, dell’Associazione Balneari di Lido, del Consorzio di Promozione Turistica, di AICS, dell’ASD Camaiore e del CGC Capezzano.
Il 1° memorial Andrea Orlandi andrà in scena domenica prossima, 26 giugno, dalle ore 18 presso lo stadio Comunale di Camaiore. Si sfideranno in un quadrangolare con mini-gare da 30 minuti la rappresentativa dei giornalisti, il team dell’associazione Araba Fenice guidato da Andrea Masiello, la mista politici-volontari e la rappresentativa Si Gioca Sempre. L’ingresso allo stadio è ad offerta libera. Dopo il quadrangolare cena di beneficenza (25 euro, su prenotazione) presso i locali dello stadio. Parte del ricavato della giornata verrà devoluto in favore di AISLA Versilia, che da decenni si occupa di coloro che sono affetti da questa terribile patologia e dell’assistenza alle loro famiglie.
A partire dal prossimo 14 luglio prenderà invece il via la 7° edizione del torneo di calcio a 5 “Uniti contro la Sla”, presso gli impianti sportivi sintetici del CTL di Lido di Camaiore. La finale è in programma per il 31 luglio prossimo. Per poter iscrivere la propria squadra al torneo è possibile contattare direttamente la nostra associazione ai seguenti contatti: Nicola 329 6474464; Federico 333 4056611; Pierluigi 377 5285848.
Durante la presentazione dei due eventi ci sono state le toccanti testimonianze di Edi (compagna di Andrea Orlandi), Emanuela e Cinzia, che hanno raccontato tutto quello che un malato di SLA e le
rispettive famiglie si trovano quotidianamente a dover vivere, tra non poche difficoltà. “Quando mi è stato detto che c’era l’intenzione di dedicare il memorial ad Andrea – dice Edi – ho accolto la notizia con molta felicità. Sono contenta che a distanza di qualche anno dalla sua morte chi è stato vicino ad Andrea non se lo sia dimenticato e voglia omaggiarlo così. La SLA è una patologia terribile che limita non solamente chi ne è affetto, ma anche le rispettive famiglie. Ci sono difficoltà quotidiane che per noi sembrano banali, ma sono quasi insormontabili per chi soffre di malattie neurodegenerative come questa”.
“Anche quest’anno – dice il presidente di In Gioco per la Solidarietà-Onlus Federico Pedonese – abbiamo deciso di dividere il nostro impegno su due eventi, con un quadrangolare di apertura che anticipa l’inizio del torneo di calcio a 5. Nel corso di queste edizioni abbiamo raccolto circa 20mila euro in favore della ricerca e siamo ben felici di poterlo fare anche quest’anno. Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito a tutto ciò, in primis i tanti sponsor che hanno voluto aiutare materialmente noi e soprattutto la ricerca sulla SLA. Tra le novità di questa edizione c’è la partecipazione di una squadra di migranti al torneo “Uniti contro la SLA”, provenienti dalle strutture della Misericordia. Inoltre continuano ad essere disponibili i biglietti per la lotteria benefica che mette in palio un abbonamento “Io sostengo il Centro”, donatoci dal presidente del CGC Alessandro Palagi, valevole per tutte le gare della stagione hockeistica 2016-2017 della squadra viareggina. A breve faremo lo stesso con una maglia del Viareggio Beach Soccer campione d’Europa, autografata da tutti i giocatori e donataci dal presidente Stefano Santini”.
“Ringrazio chi da ormai diversi anni si impegna a sostenere questo tipo di iniziative – ha dichiarato il sindaco di Camaiore Alessandro Del Dotto, intervenuto alla presentazione -. Come amministrazione siamo onorati di patrocinare un evento come questo che vuole mandare un profondo messaggio di umanità. Ci impegneremo nelle sedi opportune affinché si possano fare passi avanti a livello sanitario per eliminare le difficoltà verso chi è affetto da una terribile malattia come la SLA”.

No comments