Controlli a Massarosa e Viareggio, due arresti

MASSAROSA –  Sono proseguiti anche durante la giornata di ieri i controlli dei Carabinieri al fine di prevenire e reprimere la commissione di furti, scippi e rapine. In particolare a Massarosa i Carabinieri della locale Stazione hanno condotto mirati servizi che hanno permesso di trarre in arresto in flagranza di reato  Giuseppe Tarabella, classe 1958, disoccupato, pregiudicato per diversi reati tra cui truffa, ricettazione, furto ed evasione, poiché ritenuto responsabile della violazione degli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno. Nella circostanza i militari sorprendevano il predetto mentre usciva da un esercizio commerciale di Massarosa nonostante fosse sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di dimora nel Comune di Camaiore, misura irrogatagli in considerazione dei numerosi precedenti penali dallo stesso annoverati. Tarabella è stato quindi condotto in caserma e, terminate le formalità di rito, veniva ristretto presso le camere di sicurezza ove attende la celebrazione dell’udienza di convalida che avrà questa mattina luogo presso il Tribunale di Lucca.

Sempre nel contesto dei medesimi servizi i Carabinieri della Stazione di Viareggio hanno notificato a Junior Orfeo Agostino Parenti, classe 1993, nullafacente, pregiudicato, un’ordinanza che dispone per lo stesso la reclusione in carcere in quanto i Carabinieri, a seguito di mirate indagini, avevano accertato che il Parenti in data 14.01.2017 aveva violato la misura degli arresti domiciliari cui era sottoposto a seguito dell’arresto operato dai Carabinieri della Stazione di Pietrasanta lo scorso 3 gennaio in quanto il predetto è ritenuto responsabile di alcuni scippi commessi nei Comuni della Versilia. Parenti è stato quindi condotto in caserma e, terminate le formalità di rito, associato alla Casa Circondariale di Lucca ove rimarrà a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

Lascia un commento