Controlli serrati, in otto finiscono nei guai

0

VIAREGGIO – Controlli serrati in tutta la giurisdizione del Commissariato di Viareggio, volti alla prevenzione e repressione dei reati predatori (furti, rapine) e antidroga, con l’ impiego delle pattuglie della Squadra Volante e del Reparto Prevenzione Crimine “Toscana”.

In piazza Dante a Viareggio, nei pressi della stazione ferroviaria, una pattuglia del Reparto Prevenzione crimine ha proceduto al controllo di due giovani minorenni appena giunte in città con l’evidente scopo di perpretate furti in appartamento. L’occhio clinico dei poliziotti ha individuato le ragazzine che si aggiravano controllando gli ingressi dei condomini che si affacciano sulla piazza.
Alla vista della Volante una di loro ha gettato a terra un grosso cacciavite della lunghezza di circa 30 cm. e tentato una vana e breve fuga.
Entrambe sono state accompagnate in Commissariato a Viareggio, dopo la perquisizione personale addosso all’altra è stato rinvenuto un secondo cacciavite, gemello del precedente.
Le giovani donne, di etnia Rom, identificate per S.G. di 16 anni e V.M. di 17 anni, sono state denunciate per possesso di arnesi atti allo scasso e affidate ad una comunità per minori.

Nella notte tra sabato e domenica una Volante del Commissariato PS di Viareggio, mentre pattugliava la zona industriale in località “le Bocchette” ha sorpreso tre persone che rubavano frutta e ortaggi da un campo coltivato.
Gli agenti si sono insospettiti quando hanno visto un’auto station wagon con il portellone aperto, carica di angurie e meloni, parcheggiata in una stradina sterrata di fianco ad un cumulo di ortaggi e frutta appena colti.
I poliziotti hanno immediatamente setacciato la zona e, in un vicino campo di mais, hanno scovato, nascosti fra le piante, tre persone tra cui anche il proprietario della predetta auto.
I tre accompagnati in commissariato sono stati identificati per: B.N. classe 1987, pregiudicato per reati contro il patrimonio in particolare rapina, violenza privata e lesioni personali; T.N. classe 1993 e G.T. del 1981, tutti di nazionalità Rumena ma domiciliati a Camaiore. Per i tre è scattata la denuncia per furto aggravato in concorso, mentre la merce è stata riconsegnata al legittimo proprietario.
A.A. nato in Marocco nel 1989, in Italia senza fissa dimora, pregiudicato per reati contro il patrimonio, reati contro la persona e reati inerenti gli stupefacenti, è stato indagato in stato di libertà per il furto di una borsa, avvenuto sulla spiaggia antistante il viale Margherita, in danno di un connazionale. Lo straniero è rintracciato sul viale a mare dal personale della Squadra Volante, intervenuto sul posto su richiesta del derubato. Dopo le formalità di rito nei suoi confronti sono state avviate le pratiche per l’espulsione dal territorio nazionale.
Per R.R. livornese classe 1956, pregiudicato per reati contro la persona ed il patrimonio, è invece scattata la denuncia per furto. L’uomo è stato sorpreso a rubare dei cosmetici all’interno di un negozio in via Aurelia Sud a Viareggio. Per lui è stata disposta la misura del Foglio di Via Obbligatorio che prevede il divieto di fare ritorno nei comuni di Viareggio, Camaiore e Massarosa per i prossimi tre anni.

I controlli effettuati nella zona della pineta di ponente a Viareggio hanno permesso di identificare e segnalare al Prefetto 3 persone per detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale :

• R.A. nato in Marocco nel 1975, residente a Bientina è stato trovato in possesso di gr. 2,80 di hashish, inoltre è stato denunciato in stato di libertà per il reato di ingresso e soggiorno illegale nel territorio nazionale.

• S.F. nato a Pietrasanta nel 1989 e residente a Camaiore e
• B.M. nato a Pietrasanta nel 1991, residente a Viareggio, sono stati trovati in possesso rispettivamente di gr. 2,77 e gr 0,80 di hashish.

No comments