Controllo ai pony, dopo la lettera di una turista: “Gli animali stanno bene”

0

FORTE DEI MARMI – L’Amministrazione Comunale si è recata alla scuderia D’Iorio, per accertarsi del trattamento e della cura dei pony di Piazza Marconi, dall’igiene all’alimentazione, controlli peraltro che vengono effettuati periodicamente, senza preavviso, anche da parte della Asl.  “Abbiamo rilevato un ambiente pulito e molto curato – hanno valutato gli amministratori al termine della visita – in cui gli animali ricevono le cure necessarie e sono seguiti regolarmente dai titolari, con il supporto regolare di un veterinario”. La nota è su Fb, sulla pagina istituzionale del Comune, e riporta intergralmente la lettera che il Sindaco Bruno Murzi ha ricevuto dai gestori del noleggio cavallini di piazza Marconi, Francesco e Paolo D’Iorio, in risposta ad una protesta pubblica, di questi giorni, riguardo al trattamento dei cavallini:

“Egregio Signor Sindaco,
le inviamo alcune informazioni riguardo alle modalità di svolgimento della nostra attività e in particolare agli orari di lavoro dei nostri ponies.
Restiamo a disposizione per ogni altra informazione.
Una tradizione familiare. L’idea di utilizzare dei cavallini per bambini in piazza Marconi è venuta per la prima volta a nostro nonno, ormai ottant’anni fa; per tradizione familiare abbiamo dunque una certa esperienza di come si allevano i ponies. Inoltre, per quanto riguarda l’alimentazione e in generale la salute dei nostri animali, all’esperienza uniamo volentieri la scienza del dottor Augusto Bonotti, uno dei veterinari più competenti della Versilia, che segue regolarmente i nostri animali. I veterinari della ASL, dal canto loro, effettuano delle visite senza preavviso e finora non hanno mai riscontrato maltrattamenti o problemi di altro tipo.
L’orario di lavoro è stabilito dall’ordinanza n. 125 del 30 agosto 1986 del Comune di Forte dei Marmi che ha scrupolosamente recepito le indicazioni dell’Ente Nazionale Protezione degli Animali di Lucca e del servizio veterinario della ASL di Viareggio.
Nel periodo estivo i cavalli possono lavorare ogni giorno dalle 17,30 alle 23,30. Si tratta quindi di 6 ore di lavoro al giorno.
I turni. Anche se l’ordinanza non lo prescrive, ci siamo organizzati per alternare i cavalli in modo da non farli lavorare tutti i giorni. Per questo la nostra scuderia dispone normalmente di un numero di cavalli superiore (attualmente 16) rispetto agli 8 previsti dall’ordinanza (6 a calesse e 2 a sella).
Il ritmo di lavoro. Quando si parla di 6 ore di lavoro giornaliere non si deve immaginare che i cavalli corrano ininterrottamente per tutto questo tempo. In realtà, nelle ore pomeridiane è più il tempo in cui i cavalli stanno fermi ad attendere il prossimo cliente che quello che passano a trottare intorno alla piazza; e anche alla sera, nei momenti di massimo afflusso, i cavalli non corrono ininterrottamente perché durante il cambio di passeggeri, che avviene in media ogni due o tre giri, hanno tempo di riprendere fiato.
E comunque se il cavallo è stanco può benissimo riposarsi andando al passo anziché al trotto – e spesso i cavalli si mettono al passo per semplice pigrizia anche quando non sono stanchi. In piazza Marconi è ovviamente proibito utilizzare fruste o altri strumenti per stimolare gli animali.
L’acqua. I pony di piazza Marconi hanno sempre a disposizione un secchio d’acqua regolarmente riempito. Ricordiamo inoltre che i cavalli mangiano e bevono a volontà per tutta la mattinata nello steccato, poi ricevono un’abbondante razione di mangimi equini calibrati alle 15 e una alla sera, quando rientrano nella stalla.
Il resto dell’anno. I cavalli lavorano prevalentemente d’estate. Il resto dell’anno vengono in piazza Marconi soltanto il sabato e la domenica quando il tempo lo permette”.

No comments