Copertura dei vaccini pediatrici: più del 95% dei bambini

Secondo i dati diffusi dalla Regione Toscana, l’obbligo di vaccinazione per i bambini iscritti a scuole e asili ha avuto gli effetti desiderati: nel 2018 sono cresciute le cosiddette “coperture vaccinali”, con oltre il 95% dei bimbi in età pediatrica coperti contro le principali malattie.

L’anno scorso il vaccino esavalente, contro poliomielite, difterite, tetano, pertosse, epatite b e haemophilus influenzae ha raggiunto il 96,84%, salendo così di oltre un punto percentuale rispetto alla copertura registrata nel 2017 (95,78%) .
Per quanto riguarda le vaccinazioni per morbillo, parotite e rosolia, la percentuale è salita al 95.32% (contro il 93,51% registrato del 2017). Crescono anche i vaccini per varicella 89,10 % (87,08 nel 2017), pneumococco 92.53% (90,36 % nel 2017), meningococco B 79,85% (72,98% nel 2017).

Questa percentuale è indicata dall’Oms, l’Organizzazione mondiale della sanità, come la “soglia di sicurezza” che permette di proteggere anche i pochi bimbi che non possono essere sottoposti a vaccini.
“Rispetto al 2017, la copertura per il vaccino l’esavalente è aumentata di oltre un punto percentuale, superando il 96%.

Per questo anno sono state confermate le misure straordinarie che riguardano il vaccino contro il meningococco di tipo C, gratuito fino al 30 giugno 2019 per i nuovi nati (prima, seconda e terza dose), per i bambini e ragazzi tra i 9 e i 20 anni (vaccino tetravalente ACWY) e per i soggetti a rischio.

L’obiettivo per il 2019 è di aumentare la copertura contro il rotavirus, ancora lontano dagli obiettivi di copertura nazionale, e per il vaccino contro la meningite di tipo C, che ha subito una battuta di arresto nel 2018: 91,09% rispetto al 92,71 registrato nel 2017. Inoltre, per le ragazze nate nel 1994 sarà possibile vaccinarsi gratuitamente per l’HPV (Papilloma virus), in occasione della chiamata al primo Pap-Test, lo screening per la citologia cervicale. Lo stesso vaccino è gratuito per le donne operate a seguito di lesioni cervicali dovute ad infezioni da HPV.