Coronavirus: nuovi obblighi in Toscana

FIRENZE – Obbligo per i viaggiatori di segnalare il rientro, oltre che dalle aree a rischio della Cina, anche da Paesi in cui la trasmissione dell’infezione è significativa secondo le indicazioni Oms, e anche dai Comuni italiani soggetti a misure di quarantena; la raccomandazione a tutte le persone che manifestano febbre, tosse e altri sintomi influenzali di rimanere a casa e chiamare il medico; e l’indicazione per gli ospedali di limitare per quanto possibile ingressi e varchi, oltre a istituire check point e invitare a ridurre il numero di accompagnatori e visitatori.

Sono alcune delle misure di una nuova ordinanza della Regione Toscana per il Coronavirus. L’ordinanza, la terza da venerdì, è stata decisa a conclusione di un incontro tra il presidente della Regione Enrico Rossi, l’assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi, il direttore dell’assessorato Carlo Tomassini, e la task force regionale, allargata alle direzioni Asl. Presente anche il sindaco di Prato e presidente Anci Toscana Matteo Biffoni.