Coronavirus: saltano i festeggiamenti a Prato per il Capodanno cinese

PRATO – I festeggiamenti per il Capodanno cinese saltano per “solidarietà al difficile momento della madrepatria”. Il Tempio buddista cinese di Prato Pu Hua Si e le associazioni di ‘Amicizia Italia-Cina’ del territorio hanno deciso di comune accordo di non svolgere le tradizionali sfilate del dragone previste per sabato 1 e domenica 2 febbraio.

 

Lo fanno, recita una nota, “in segno di solidarietà nei confronti della nazione che sta vivendo un grave momento di difficoltà e dolore”. Come hanno già dichiarato molti dei rappresentanti delle comunità cinesi in Italia, anche quelli pratesi tengono a comunicare la loro “solidarietà alla madrepatria ritenendo inopportuni i festeggiamenti in un momento così difficile per i loro concittadini”. Secondo quanto riferito dai vertici del tempio buddista l’amministrazione comunale avrebbe preso atto di questa scelta e l’avrebbe condivisa.

 

Confermato l’intervento dell’artista Ai Teng, la tombola del Dragone, l’anteprima de ‘Il drago di Romagna’ e le visite guidate al Tempio.