COVID, Fratelli d’Italia in Consiglio Regionale”: 500 nuovi operatori per tracciare il virus”

Proposte del Gruppo regionale di Fratelli d’Italia (composto dai consiglieri Francesco Torselli, Vittorio Fantozzi, Diego Petrucci, Gabriele Veneri e Alessandro Capecchi) in merito alle iniziative della Regione Toscana per far fronte alla pandemia. Tra le richieste anche quella di mettere a disposizione un alloggio a medici, infermieri e personale sanitario in prima linea negli ospedali. Per tutelare le rispettive famiglie e dare ristoro ad attività ricettive messe in ginocchio dalla crisi economica.

“Esprimiamo soddisfazione perché è stata accolta la proposta fatta da Fratelli d’Italia di rafforzare con 500 nuovi operatori la filiera della tracciabilità dei contatti dei casi positivi al coronavirus. Adesso servono altre iniziative, e impegni concreti –dichiara Diego Petrucci Consigliere regionale di Fdi e Segretario dell’Ufficio di Presidenza, a nome del Gruppo di Fratelli d’Italia- Intanto rafforzare ulteriormente le Usca, le Unità Speciali di Continuità Assistenziale, perché più si incrementa il servizio domiciliare maggiormente si decongestionano i Pronto Soccorso e le corsie degli ospedali. Si può utilizzare a questo scopo, laddove è partita la sperimentazione, la struttura degli infermieri di famiglia. Chiediamo poi al Governatore Giani di convocare in tempi rapidi i direttori delle cliniche private, convenzionate e non, per concertare con loro una strategia comune così da alleggerire le strutture pubbliche dal carico di lavoro quotidiano di cui vengono investite in questa fase emergenziale dovuta alla pandemia. Un’altra richiesta è quella di ripristinare la convenzione siglata lo scorso marzo da Regione Toscana e Federazioni degli Ordini dei Medici e delle professioni infermieristiche per mettere a disposizione un alloggio a medici, infermieri e personale sanitario in prima linea negli ospedali per la lotta al coronavirus –sottolinea Gabriele Veneri, Consigliere regionale Fdi- Una diversa sistemazione dal proprio domicilio, per la tutela dei familiari. Una camera in alberghi e agriturismi che mettono a disposizione le loro strutture ricevendo così energia in un momento di assenza di turisti italiani e stranieri”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: