Cresce la sicurezza idraulica della Versilia, grazie ai finanziamenti della Regione

0

VERSILIA – Cresce la sicurezza idraulica della Versilia, grazie ai finanziamenti che la Regione Toscana ha stanziato per le opere di questo territorio col suo Documento annuale per la difesa del suolo. Sono in fase di conclusione, infatti, gli iter per la progettazione di due importanti interventi, dalle caratteristiche straordinarie, finalizzati a risolvere criticità idrauliche particolari che insistono su altrettanti rii: il Canale di Carraia, in località Piano di Mommio, nel comune di Massarosa; e il Canale Acque Alte Bagno, al confine tra Camaiore e Pietrasanta. Complessivamente, l’impegno di queste importanti progettazioni sfiora un investimento pari a 50mila euro. I due progetti potranno adesso permettere al Consorzio di inserire la richiesta di finanziamento per i lavori necessari individuati (pari a 730mila euro) tra le priorità che saranno segnalate agli uffici regionali in sede di redazione del loro documento operativo per la difesa del suolo (dove si stanziano le risorse per i territorio). “Grazie alla piena collaborazione di tutti gli Enti interessati, a partire dalla Regione Toscana che ha garantito questi significativi stanziamenti, l’Ente consortile si è attivato per avviare un percorso mirato a risolvere le criticità presenti, e più volte segnalate dai cittadini – sottolinea il presidente del Consorzio Ismaele Ridolfi – La priorità, infatti, è la sicurezza idraulica del territorio: è da segnalare che proprio alla Versilia, e a queste due progettazioni, sono state destinate, per intero, tutte le risorse arrivate dalla Regione nel nostro comprensorio, tramite lo strumento del Documento annuale per la difesa del suolo per il 2015”. Per il Fosso Carraia, i tecnici consortili hanno progettato la manutenzione degli argini, nel tratto a monte della strada statale Sarzanese; e alla stabilizzazione di un tratto d’alveo con opere di ingegneria naturalistica; per Canale Acque Alte Bagno, si tratta invece di intervenire su un reticolo idraulico caratterizzato da pendenze praticamente nulle e da alvei in parte soggiacienti al livello del mare: si vuole così adeguare la sezione dell’alveo e rialzare l’arginatura.  Per il Canale Acque Alte Bagno, la progettazione definitiva è in fase di conclusione; per il Canale di Carraia, il Consorzio si sta confrontando proprio in questi giorni con gli uffici del Genio Civile per le ultime necessarie autorizzazioni preliminari, per poi procedere alla convocazione della conferenza dei servizi.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: