Talo, la grotta dedicata all’antico gigante di Creta. Gli Speleo Mannari esplorano e battezzano un nuovo antro

0

CRETA – Gli Speleo Mannari scoprono e battezzano Talo, la grotta dedicata all’antico guardiano gigante di Creta. Non è infruttuosa la caccia alle nuove grotte che un gruppo di 5 speleologi esperti del gruppo “trasversale” degli Speleo Mannari sta conducendo a Creta.

Mentre il rientro è previsto per la tarda serata di venerdì 7 aprile, notizie dall’isola mediterranea arrivano a fatica, dal momento che la rete telefonica non assiste i nostri né in molte parti montane dell’isola, poco abitata, né tantomeno in grotta.

I 5 mannari (Zairo Nucciotti di Viareggio, Filippo Dobrilla di Firenze, Paolo Forconi di Carbognano –VT-, Marco Marovelli di San Marcello Pistoiese e Nicolò Mosca di Collesalvetti) si sono però fatti rintracciare da Caterpillar, la trasmissione di Rai Radio 2 che li ha intervistati in diretta mercoledì 5 aprile poco dopo le 19 (http://151.99.86.66/data/05448f1b649f985e/www.radio.rai.it/podcast/A46381360.mp3). Dobrilla ha risposto alle domande dei conduttori raccontando le grotte viste in prospettiva… mannara.

In questi giorni i 5 hanno trovato diversi accessi sul monte Psiloritis, a quote intorno ai 1600-1800 metri. “Trovati numerosi inghiottitoi interessanti nella zona dell’osservatorio astronomico – scrivono da Creta – . Abbiamo imboccato ed esplorato una grotta interessante, che abbiamo battezzato Talo in ossequio alla storia di questa terra. Si presenta con un pozzo di 40 metri che prosegue con meandri stretti per circa 300 metri. L’esplorazione è finita su un pozzo di 25 metri con cascata, per mancanza di materiale”.

Poi raccontano l’accoglienza avuta sulla zona montana dell’isola, dove si sono presentati dotati di tutte le attrezzature necessarie all’armatura delle pareti e alla discesa in grotta: “Qui le persone sono molto ospitali – scrive Zairo -: ci hanno aperto le porte e dato la loro casa in montagna per dormire. Una bella accoglienza e una bella esperienza, di cui faremo un report dettagliato al rientro”.

No comments

*