Il generale di Corpo d’Armata Giorgio Toschi è il nuovo comandante in 2° della Gdf

0
ROMA – Ha avuto luogo, questa mattina a Roma, nella Caserma “Piave” del Comando Generale, la cerimonia di
avvicendamento, nella carica di Comandante in Seconda della Guardia di Finanza, tra il Generale di Corpo d’Armata
Michele Adinolfi ed il Generale di Corpo d’Armata Giorgio Toschi . Alla cerimonia, svolta alla presenza del
Comandante Generale della Guardia di Finanza, Generale di Corpo d’Armata Saverio Capolupo, hanno partecipato le Autorità di vertice del Corpo, oltre a numerosi Ufficiali, Ispettori, Sovrintendenti, Appuntati e Finanzieri del Comando Generale. Il Generale Capolupo ha ripercorso le numerose tappe de lla lunga carriera professionale del
Generale Adinolfi, che lascia il servizio attivo al termine del suo mandato, ed ha rivolto al nuovo Comandante in Seconda, il Generale Toschi , un caloroso augurio di “buon lavoro” per l’importante incarico che andrà a ricoprire.
Il Generale Giorgio Toschi , plurilaureato e titolato di Scuola Polizia Tributaria, nel corso della sua carriera ha ricoperto incarichi operativi e di Stato Maggiore di primissimo piano in tutti i settori che caratterizzano l’attività della Guardi a di Finanza. Nel grado di Generale di Corpo d’Armata ha retto il Comando dei Reparti Speciali della Guardia di Finanza e ricoperto la carica di Ispettore per gli Istituti di Istruzione del Corpo. Dal prossimo 31 dicembre, nel nuovo incarico,il Generale Toschi coadiuverà il Comandante Generale nell’esercizio delle sue funzioni e fornirà il proprio apporto d’esperienza per il raggiungimento delle missioni istituzionali, prima fra tutte quella di contribuire alla tutela della sicurezza economica e finanziaria dell’Italia e dell’Unione Europea.

A Toschi, che ha diretto, da giovane ufficiale, la Tenenza di Viareggio, per poi, passato di grado, la Compagnia di Veletri, il Grippo di Pisa, la Legione di Palermo e il Comando Regionale della Toscana, le congratulazioni, e gli auguri, di tutta la redazione di Tgregione.it

No comments

*