Da Lucca a Perugia: la squadra mobile di Virgilio Russo arresta una banda, aveva colpito anche a Firenze

0

PERUGIA – Sono considerati responsabili di quattro furti, di grondaie in rame e in abitazioni, e due rapine ai danni di anziani otto romeni raggiunti da ordinanze di custodia cautelare, in carcere e ai domiciliari, al termine di un’indagine della squadra mobile di Perugia, diretta dal vice questore aggiunto Virgilio Russo, ex numero uno della Mobile di Lucca. Russo, che si è insediato da pochi giorni nella città umbra, è già salito agli onori della cronaca con questa operazione. Un loro connazionale è stato indagato a piede libero, ma in carcere è finito il presunto capo del gruppo, mentre altri quattro (tra cui una donna) sono stati messi ai domiciliari. Tre sono invece ricercati. Hanno età tra 25 e 35 anni.
L’indagine è partita dopo che in un’azienda agricola di Colle Umberto erano state rubate canale in rame per 10 mila euro. Gli accertamenti della polizia hanno portato ai romeni ritenuti responsabili anche di un colpo analogo nel cimitero di Colfiorito e di due furti in abitazioni di Passignano. Sono poi stati accusati di avere sottratto catenine d’oro ad un’anziana nella zona di Case Bruciate, scaraventando a terra il marito intervenuto in sua difesa, e ad un’altra nel centro di Firenze.

No comments

*