Truffe, appropriazioni indebite, rapine e spaccio: sgominata la banda

0

La Polizia di Stato di Ancona ha concluso una importante operazione, denominata Digger, durata circa 2 anni e che ha sgominato un sodalizio criminale, composto da 24 soggetti, dei quali 19 italiani (+ 2 albanesi, 1 macedone , 1 rumeno e 2 maghrebini), risidenti tra le Marche, la Romagna ed il Veneto e dediti a truffe ed appropriazioni indebite, nonché rapine in abitazione e spaccio di stupefacenti. L’ indagine ebbe inizio proprio con il simulato furto di escavatori ( da qui il nome dell’ operazione, che in inglese significa escavatrice) noleggiati da ditte edili per cantieri nell’ anconetano e falsamente denunciati come sottratti durante la notte. La Squadra Mobile della Questura di Ancona, avviate le indagini, riuscì a recuperare e restituire alla ditta Edil Sistem di noleggio di Jesi  un escavatore, dirottato dai noleggiatori a Teramo, del valore di oltre 30.000 euro; ha inoltre sequestrato, in diverse tranches, 4 kg di marijuana, 1 kg di hashish, 200 grammi di eroina e altrettanta di cocaina. Arrestati durante le indagini 15 componenti del sodalizio; in un caso, ad indagine appena avviata nel novembre del 2013, sventata anche una rapina in villa in danno di un noto imprenditore nel settore delle demolizioni auto, con l’ arresto del capo del sodalizio e di 4 pregiudicati provenienti da Trani ed assoldati per l’ occasione, con il sequestro di una pistola Beretta calibro 7,65 con matricola abrasa. Ieri mattina all’ alba eseguite 19 perquisizioni domiciliari, nelle province di Ancona Macerata Rimini e Padova, con l’ arresto di 1 ulteriore soggetto (De Pascalis Giancarlo, che ha patteggiato dinanzi al giudice De Palma 1 anno e 4 mesi di reclusione), la denuncia per altri 4 ed il sequestro di 200 gr. di hashish, 50 gr. e 2 piante di marijuana. Il PM titolare è il dr. Rosario Lioniello. All’ operazione hanno concorso i Commissariati di Polizia di Jesi, Senigallia e Osimo, nonché il nucelo cinofili della Questura e pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato giunte appositamente da Perugia.
L’indagine, convenzionalmente denominata “DIGGER”, prendeva il suo avvio nel mese di luglio 2013 quando veniva attenzionato un sodalizio dedito alla commissione di reati contro il patrimonio, in particolare, l’appropriazione indebita, il furto e la ricettazione di veicoli meccanici idonei per il movimento terra. Dagli approfondimenti investigativi emergeva che gli indagati, oltre alla perpetrazione di reati contro il patrimonio, erano dediti anche al traffico di sostanze stupefacenti.

Nel corso delle indagini infatti, venivano effettuati i seguenti riscontri probatori:

1. Il 12 agosto 2013, nel comune di Castelfidardo (AN), nei pressi di un casolare, venivano tratti in arresto MENGONI Giancarlo 45enne di S. Maria Nuova (AN) e GIAMPIERI Giancarlo 39enne di Montemarciano, per concorso nella detenzione ai fini di spaccio di grammi 1001,69 di marijuana;
2. Il 12 settembre 2013 a Civitanova Marche (MC) veniva arrestato DASCALU Narcis Mihai detto “Michele”, rumeno 30enne colto nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di oltre 200 grammi di eroina;
3. Il 16 settembre 2013, ad Ancona veniva tratto in arresto PAGLIACCI Matteo 21enne di Ancona colto in flagrante detenzione ai fini di spaccio di circa ½ kg di marijuana;
4. Il 16 ottobre 2013, ad Agugliano (AN) veniva denunciato in stato di libertà C. V., 28enne di Ancona, responsabile di detenzione ai fini di spaccio di grammi 10 di marijuana e resistenza a P.U, in quanto speronò la macchina di servizio per tentare la fuga;
5. Il 17 ottobre 2013, in Camerata Picena (AN) D. L. 37enne di Sirolo veniva amministrativamente segnalato come assuntore di stupefacenti alla Prefettura poiché trovato in possesso di un 10 gr. di marijuana;
6. Il 18 ottobre 2013 in Ancona fraz. Paterno venivano arrestati in flagranza di reato SABBATINI Luca anconetano 30enne, RUSSO Gaspare 31enne siciliano trapiantato ad Ancona e VITALI Michael 22enne di Jesi, ritenuti responsabili, in concorso tra loro, e con M. L., jesino 28enne denunziato in stato di libertà, di detenzione ai fini di spaccio di circa 1 etto di cocaina e 1 kg di marijuana rinvenuto presso l’ex sede del ristorante il Campagnolo;
7. Il 21 ottobre 2013, in Ancona venivano tratti in arresto TROILO Ciro foggiano 25enne trapiantato ad Ancona e CRISCUOLO Gaetano, napoletano 28enen trapiantato ad Ancona ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di detenzione ai fini di spaccio di circa 3 etti di marijuana;
Il 6 novembre 2013 veniva scongiurato il compimento di una “rapina in villa” ai danni dell’imprenditore nel settore delle autodemolizioni MEDICI Adriano di Camerata Picena (AN). L’intervento portava all’arresto di DARI Alessio, nativo di Morrovalle e dei suoi complici LOZITO Serafino detto “Alessandro”, 36enne di Trani (BAT); LOZITO Domenico 30enne di Trani (BAT); SOLDANO Damiano nato a Trani nel 1970 e MELATO Giovanni 70enne di Arquà Petrarca (PD).

Le perquisizioni di ieri hanno concluso l’ indagine e consentito di conseguire i seguenti ulteriori risultati:
1. C. D. 28enne albanese residente ad Ancona è stato denunciato in stato di libertà per il reato di detenzione ai fini di spaccio di cocaina; nello specifico, è stato necessario abbattere la porta della sua abitazione, poiché nonostante ripetuti inviti non apriva agli operanti; a seguito di minuziosa perquisizione, è stato rinvenuto e sottoposto a sequestro un involucro contenente gr. 3 di cocaina, dal medesimo gettato dalla finestra all’ atto della irruzione;
2. C. V. 28enne anconetano è stato denunciato in stato di libertà per il reato di coltivazione di piante ad effetto stupefacente, in quanto trovato in possesso di due piantine di cannabis indica;
3. V. F. 27enne di Jesi è stato denunciato in stato di libertà per il reato di detenzione ai fini di spaccio di hashish; sequestrati gr. 10 di hashish, un bilancino di precisione,
4. V. A. 31enne di Jesi è stato denunciato in stato di libertà per il reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti; sequestrati 10 gr. di hashish e gr. 5 di marijuana;
5. DE PASCALIS Giancarlo, 22enne anconetano è stato tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti; sequestrati 18 ovuli per circa 200 gr. di hashish, nonché 1 gr. di marijuana. Arresto convalidato ieri dal giudice dr. De Palma e condanna patteggiata ad 1 anno e 4 mesi.

 

No comments

*