13 ovuli di eroina nascosti nel retto, arrestato

0

FIRENZE – Il personale della Squadra di P.G. di questo Compartimento Polfer per la Toscana, nell’intensificazione dei servizi di prevenzione e repressione dei reati in ambito ferroviario e zone limitrofe, procedeva all’arresto di un cittadino nigeriano di anni 28, responsabile  del reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio.

Gli operatori – in abiti civili – presenziavano l’arrivo e la partenza dei convogli A.V. dove, soventemente viaggiano corrieri della droga provenienti dal capoluogo Campano; durante questo servizio  alle ore 21.50 circa, notavano discendere dal treno AV 9652 il  suddetto cittadino nigeriano.

Gli agenti decidevano di seguire ed osservare il comportamento dello stesso, che con passo estremamente  lento percorreva il binario osservando, con attenzione le persone presenti sul binario.

L’uomo ad un certo punto notava una pattuglia di agenti che controllavano un cittadino straniero appena sceso dal convoglio; l’uomo si fermava e cambiando direzione cercava di allontanarsi ma gli agenti operanti  – in servizio in abiti civili – che stavano osservando l’uomo, intervenivano e lo sottoponevano a controllo di Polizia.

Dopo aver cercato di dare inutili e inverosimili giustificazioni sul suo comportamento, su specifica domanda ammetteva di trasportare sostanza stupefacente occultata nel retto.

Il cittadino straniero decideva di liberarsi del carico, ovvero di 13 ovuli di eroina termosaldati, per un peso complessivo di quasi 150 grammi.

L’uomo veniva tratto in arresto e associato presso il NCP di Firenze Sollicciano a disposizione dell’AG

No comments

*