Ha 70 anni ma non li dimostra: la Polstrada in Toscana contro la guida distratta

0

TOSCANA – Ha 70 anni ma non li dimostra: la Polstrada in Toscana contro la guida distratta.

La Polizia Stradale, in Toscana, ha aumentato l’impegno per ridurre gli incidenti causati dalla distrazione alla guida. Quest’anno la Polstrada festeggia i 70 anni di vita e i poliziotti stanno conducendo una campagna informativa, in particolare nelle scuole, per promuovere la cultura della guida sicura e illustrare i rischi ricorrenti al volante.

Tra le cause principali di sinistri vi è il telefonino: basti pensare che se si guida a 100 Km/h, in appena un secondo si percorrono circa 30 metri. Quando il telefono squilla e gli occhi, anziché osservare l’orizzonte, si posano sul display, quanto tempo trascorre? Appena si rialza lo sguardo, circa 2 secondi se va bene, potrebbe essere ormai troppo tardi. E il mancato uso di cinture cosa può provocare in caso di sinistro? Se va bene, si batte con lo sterno sull’air-bag, altrimenti si viene sbalzati fuori dall’abitacolo. Per non parlare dei seggiolini per i bambini e dell’influenza di droghe e alcool! Un dramma.

A questa campagna informativa la Polstrada in Toscana ha affiancato specifiche attività operative, svolte con il supporto di poliziotti in motocicletta che, a largo raggio, individuano meglio chi guida senza scrupoli. Anche il Reparto Volo, con i suoi elicotteri, fornisce il suo prezioso contributo, così come le unità cinofile. Infatti, dall’alto si controllano meglio i veicoli, mentre i cani scoprono subito chi usa droghe.

Dal 1° gennaio u.s., in Toscana, la Polizia Stradale, all’insegna dell’esserci sempre, ha:

  • messo in strada 11.191 pattuglie;
  • rilevato 1.128 incidenti;
  • contestato 3.520 contravvenzioni tra uso di telefonini (1.237) e mancato uso di cinture e seggiolini per bambini (2.283);
  • contestato 368 contravvenzioni connesse all’uso di alcool (358) e droghe (10);
  • decurtato dalle patenti 67.311 punti, ritirandone 916;
  • ritirato 877 carte di circolazione;
  • effettuato 7.676 interventi di soccorso in favore di persone e animali;
  • controllato alla partenza 490 bus con a bordo studenti in gita d’istruzione;
  • arrestato 26 persone per vari reati (rapinatori; stalkers; contrabbandieri di sigarette; spacciatori di droghe; ricettatori, latitanti; etc);
  • denunciato a piede libero 124 persone, per reati vari.

 E non finisce qui.

No comments

*