A caccia di droga: nella nottata di controlli sequestrati oltre 80 grammi di marija

0

PRATO – Ieri sera, a partire dalle 19.00 si è svolto un nuovo “Servizio Straordinario” di controllo del territorio in città, impiegando 6 equipaggi dedicati della Polizia di Stato. L’azione delle pattuglie della Questura e di equipaggi di rinforzo del Reparto Prevenzione Crimine di Firenze ha come sempre privilegiato, in base alle precise disposizioni del Questore di Prato Filippo Cerulo, il serrato pattugliamento di alcuni dei principali “punti caldi” del capoluogo pratese. In centro mirata azione di controllo è stata così svolta per l’area critica di via Canto alle Tre Gore, via Santa Margherita e piazza Mercatale viepiù, fuori le mura storiche, per piazzale del Ponsaglio, piazza del Mercato Nuovo e viale Galilei nonché per la zona ovest di Maliseti e per i quartieri residenziali della Pietà e della Castellina. Durante tale azione, alle 20.40 circa, uno degli equipaggi impiegati nel corso di attenta attività di prevenzione e controllo effettuata in viale Galilei, ha imposto l’alt a un ciclomotore Piaggio Liberty che si aggirava in maniera sospetta in zona, identificando il suo conducente per un trentatreenne marocchino residente in provincia di Prato regolarmente soggiornante sul teritorio nazionale., il quale risultava privo di patentino di guida poiché revocatogli con provvedimento prefettizio del novembre del 2010, venendo peraltro trovato in possesso di sostanza stupefacente di tipo cocaina per 2,06 grammi, sequestrata dagli Agenti, della quale ha ammesso essere abituale assuntore. Si determinava pertanto il fermo amministrativo e il sequestro dello scooter, con suo affidamento in giudiziale custodia a un locale soccorso stradale e la contestuale denuncia in stato di libertà del trentatreenne per il reato di guida con patente revocata viepiù la segnalazione alla locale Prefettura quale assuntore di droghe.

Più tardi, alle 23.30 circa, un altro equipaggio della Polizia di Stato, nel corso di attenta attività di prevenzione e controllo effettuata nel centro storico pratese, ha imposto l’alt in via Cairoli a una Fiat Panda con a bordo cinque giovani, che si aggirava in maniera sospetta in zona. Identificato il conducente per un diciottenne pratese, appariva da subito particolarmente preoccupato del controllo in corso, al pari degli altri ragazzi passeggeri della sua auto, stato d’animo che trovava spiegazione quando il diciottenne è stato trovato in possesso di sostanza stupefacente di tipo hashish per 0,30 grammi, della quale ha ammesso l’uso personale. Anche tre dei quattro giovani passeggeri, identificati per altrui due diciottenni pratesi e per un minorenne, diciassettenne pratese, venivano trovati in possesso rispettivamente di grammi 1 di hashish, di grammi 2,8 di hashish e di marijuana, droghe delle quali i tre ammettevano di essere abituali consumatori, venendo tutti condotti in Questura e segnalati alla locale Prefettura quali assuntori di stupefacenti, con il conducente raggiunto anche dalla sanzione accessoria del ritiro sul posto della patente di guida.

Poco dopo, alle ore 23.50 circa, altro equipaggio, nel corso stavolta di attenta attività di prevenzione e controllo effettuata nel quartiere residenziale della Pietà, ha proceduto all’identificazione in via Diaz di un maghrebino che si aggirava in maniera sospetta in zona, generalizzandolo per un diciottenne marocchino domiciliato a Prato, straniero incensurato e regolare in Italia, che è stato trovato in possesso, nascosta in un picco astuccio di tela, di sostanza stupefacente di tipo marijuana per 16,6 grammi, verosimilmente destinata allo spaccio. Al ritrovamento seguiva il successivo controllo anche della non lontana abitazione pratese del marocchino, dove si rinveniva, nascosta nell’incavo del muro della centralina elettrica della casa, altra marijuana per 82,3 grammi, sequestrata al pari di quella trovata nell’astuccio del nordafricano, che è stato pertanto condotto in Questura e denunciato in stato di libertà per il reato di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Al termine del Servizio Straordinario, avvenuto nella notte, le pattuglie impiegate avevano peraltro complessivamente identificato 29 persone e controllato 15 veicoli, elevando anche una contravvenzione al Codice della Strada.

No comments

*