A lezione… sulla scena del crimine

0

FIRENZE – Dopo una vera e propria lezione sulla Polizia Scientifica e sulle sue attività sulla scena del crimine, gli alunni delle classi 2^ e 3^ dell’Istituto Comprensivo Statale “Altiero Spinelli” di Scandicci hanno provato a risolvere un caso giudiziario da loro stessi costruito sulla base delle indicazioni fornite dagli esperti del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica per la Toscana di Firenze.

Dopo aver raccolto vari elementi sulla scena del crimine come impronte, che hanno potuto esaltare ed asportare con l’aiuto degli esperti, arma del delitto e tracce di vario genere i ragazzi hanno provato a risolvere un difficile caso di suicidio apparente, dimostrando come nel caso prospettato tutti gli elementi raccolti facessero propendere, in realtà, per un omicidio individuandone, poi, l’autore.

Nel corso degli accertamenti di polizia scientifica è stata illustrata anche l’attività di analisi grafica approfittando di un biglietto che il presunto suicida aveva lasciato sulla scena del crimine prima di darsi, almeno apparentemente, la morte.

L’impegno dei ragazzi è stato notevole, oltre a “costruire” una valigetta in uso alla Polizia Scientifica, gli alunni hanno analizzato una scena del crimine con tanto di manichino/cadavere e sono riusciti a riprodurre le tute da lavoro della Polizia Scientifica ed altro materiale per rendere quanto più verosimile la vicenda e l’attività sulla scena del crimine.

Un’esperienza descritta come esaltante dai giovani coinvolti nel progetto che oltre ad aprire una finestra sull’attività della polizia scientifica ha permesso ancora una volta di avvicinare i cittadini di domani alla Polizia di Stato.

No comments

*